Sabrina Carbone: BABELE LA TORRE INFERNALE

ImmagineRealtà divenuta mito? Parabola teologica? o Metafora ontologica? Qualunque sia la risposta è certo che La Torre di Babele ha fatto la sua storia nel corso dei secoli. Immagine archetipica dell’ebbrezza prometeica, simbolo drammatico della vanità umana e della sua cecità demiurga resta più che mai attuale. La bella esposizione del Palazzo delle Belle Arti di Lille lo conferma, attraverso opere firmate esclusivamente da artisti moderni o contemporanei. The Fertil Crescent, Anselm Kiefer, Heavenly City, Yang Yongliang, “no woman no cry”, i fratelli Chapman, La Torre di Jakobs, Gautel o La Torre di Bruxelles di Eric de Ville, illustrano meravigliosamente le tragiche declinazioni della speranza Faustiana, ma anche della irragionevole tecnologia e l’inventiva umana. Disegnata, dipinta,o fotografata, la superbia è nel cuore di queste opere che mostrano le tristi e luminose sfumature del genio umano, la sua mania di grandezza, il suo desiderio  di andare al di là di ogni cosa, la sua insaziabile ricerca del Paradiso che si conclude in Inferno, il trionfo della volontà che si compie sui campi. Tutto questo è una prova in più che lo scompiglio e le rivoluzioni che animano la storia dell’arte esulano dalla fonte originale delle sue ispirazioni.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...