Africa – La crisi mondiale dei rifiuti- Non c’è tempo da perdere

Sabrina Carbone

ImmagineIn un mondo in piena espansione demografica, la gestione dei rifiuti diventa una posta in gioco sempre più cruciale per la promozione di un ambiente più duraturo, hanno concluso i partecipanti a una conferenza delle Nazioni Unite svolta a Osaka, in Giappone. Organizzata dal Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente, (PNEU), il Partenariato mondiale sulla gestione dei rifiuti ha riunito per due giorni gli esperti di tutto il mondo per rispondere ai problemi attuali legati alla gestione dei rifiuti e riflettere sulle soluzioni economiche nel rispetto dell’ambiente attraverso la cooperazione congiunta. “I bisogni umani fondamentali, come l’acqua potabile, l’ossigeno e una sana alimentazione, sono stati messi in discussione dalle pratiche attuali del trattamento dei rifiuti, con gravi conseguenze per la sanità pubblica”, sottolinea un comunicato stampa del PNUE, il quale precisa che questa tendenza facilita la propagazione delle malattie, come anche la contaminazione dell’atmosfera, dell’acqua e dei territori. Il Programma rileva ugualmente che i rifiuti municipali caricano di un fardello troppo pesante le comunità del mondo intero. Per questo motivo offre fiducia alle statistiche della Banca Mondiale, la quale stima che la quantità di questi rifiuti passerà da 1,3 miliardi di tonnellate del 2012 a 2,2 miliardi nel 2025. Inoltre, le classi medie, di tutti i paesi conteranno 4,9 miliardi di abitanti nel 2030, contro i due miliardi di oggi, e bisognerà attendere un rialzo spettacolare dei consumi dei beni e del mercato ciò significa portare sistemi pubblici di gestione dei rifiuti al massimo livello delle loro capacità sul fondo di una urbanizzazione galoppante. Il PNEU riconosce che la gestione dei rifiuti è uno “dei servizi pubblici tra i più complessi e tra i più costosi” ma anche una delle poste del bilancio con maggiori conseguenze di municipalità. Tuttavia, secondo Matthew Grubb, il Direttore del Centro internazionale di eco-tecnologia del PNEU, a dispetto della minaccia alla sanità pubblica alla quale pesa la crisi potenziale che potrà conoscere la gestione dei rifiuti, ciò può costituire una opportunità che è quella di fornire “un modello per rinverdire l’economia”. Se è condotta in maniera appropriata, la gestione dei rifiuti potrà avere un potenziale immenso per trasformare i problemi in soluzioni e aprire le porte a uno sviluppo duraturo attraverso la riappropriazione e la riutilizzazione delle risorse preziose. Ma anche per l’intervento della creazione di nuove imprese e dunque di nuovi posti di lavoro, sostanzialmente nel settore informale, nella riduzione di emissioni di gas a effetto serra o ancora la conversione dei rifiuti in fonti energetiche, è stato precisato durante la Conferenza. Un rapporto del 2010 del PNEU rivela che nell’Europa del nord, il riciclaggio di una tonnellata di carta o di alluminio salva più di 600 chili di 10 tonnellate di diossido di carbonio. Un altro rapporto, datato 2009, indica che esistono più di 65 fogli oro in una tonnellata di cellulari usati che in una miniera.

Annunci

2 thoughts on “Africa – La crisi mondiale dei rifiuti- Non c’è tempo da perdere

  1. atletico madryt dicembre 23, 2012 / 4:50 am

    My wife and i were lucky Peter managed to conclude his inquiry from your ideas he received when using the blog. It’s not at all simplistic just to choose to be giving freely guidance that men and women might have been trying to sell. And we see we now have the writer to be grateful to because of that. The most important explanations you made, the simple site navigation, the relationships you make it easier to promote – it is most terrific, and it’s leading our son and us do think the subject is cool, which is very indispensable. Many thanks for everything!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...