Algeria: Nuova tecnologia per l’estrazione del gas di scisto

Sabrina Carbone

La società, Chimera Energy Corp, lavorerà su una tecnologia  completamente nuova che permetterà l’estrazione dell’olio di sciste senza il bisogno della fratturazione idraulica. Valdamar Perez Rios, direttore di Weiss S.A., ha rivelato alcuni dettagli. Il nuovo sistema non sarà nè idraulico nè isotermico e  non utilizzerà il vapore, i fluidi o altri elementi caldi. Questa tecnologia sarà basata su dei componenti inerti, non tossici e non caustici. Sarà utilizzato l’Elio, un gas raro e inerte, nel processo di estrazione nella sezione orizzontale. La perforazione sarà  pneumatica e non idraulica. L’Elio può aumentare più di 700 volte il suo volume passando dallo stato liquido a quello gassoso. Iniettato allo stato liquido, il calore naturale della terra lo farà passare allo stato gassoso fratturando in questo modo la roccia madre. L’Elio che è il secondo elemento più diffuso nell’Universo, è, nella attualità, il gas più conosciuto e meno solubile nell’acqua. Le sue caratteristiche chimiche permettono una  fratturazione senza la necessità di impiegare solventi. Questa nuova tecnologia potrà aprire una nuova era per l’estrazione del gas di sciste perchè ciò che limita alcuni Paesi, nettamente europei, è la controversia sui problemi dell’inquinamento.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...