Sophie Germain: Il matematico isolato

Sabrina Carbone

e0044438_47ee5622aef0c-400x585Cercava di ostacolare il suo desiderio, ma riusciva solo ad aumentarlo. Per obbligarla a riposarsi a sufficienza, toglievano dalla sua stanza il fuoco, i vestiti, la luce. Faceva finta di rinunciare alle sue idee, ma quando la famiglia era coricata, scendeva dal letto e avvolta dalle coperte, con un freddo pungente che congelava l’inchiostro della sua scrivania tornava a essere dedita ai suoi studi preferiti. Molte volte veniva sorpresa il giorno dopo, intorpidita dal freddo senza che lei se ne era resa conto. Davanti a questo desiderio, straordinario della giovane tredicenne Sophie, abbiamo voluto preparare il terreno per parlare, del suo capriccio e del suo genio, e lo abbiamo fatto bene. Solo recentemente, gli studi hanno dimostrato che i manoscritti di Sophie Germain sul teorema di Fermat reclamano una revisione del suo lavoro sulla teoria dei numeri. Oltre l’apparenza c’è di più. Non è solo una questione di quello che annotava il famoso matematico francese Legendre, contemporaneo alla Germain, in una nota dedicata al Teorema di Fermat completo.I suoi metodi erano diversi da quelli di Legendre,che era arrivato agli algoritmi supposti su idee e risultati scoperti autonomamente da molti altri e molto tempo dopo. Tuttavia la scienza, come la vita, ha bisogno del dialogo, delle sinergie che vengono generate nelle menti affini quando sono messe in contatto e lavorano in comune. Questa giovane fanciulla, a causa del suo essere donna non aveva avuto questa fortuna. Era nata in un’epoca molto difficile per la Francia. La presa della Bastiglia coincideva con i suoi tredici anni. Chiusa in casa, Sophie trascorreva il suo tempo nella biblioteca di suo padre dove aveva scoperto per caso la Storia della matematica e Archimede. Era rimasta impressionata dalla storia della morte di Archimede che era deceduto trafitto da una spada di un soldato romano durante la caduta di Siracusa perchè nessuno riusciva a distogliere la sua concentrazione dai suoi ragionamenti matematici. Per sfuggire alla terribile realtà politica che la circondava, era immersa nell’assorbente mondo della matematica pura: la teoria dei numeri. E proprio leggendo i libri che suo padre conservava nella biblioteca e imparando il necessario per capirli come per esempio il latino e il greco che era arrivata a Newton e a Euler. Nel 1794 quando aveva 18 anni, era riuscita ad avere i manuali e gli appunti dei migliori professori della Scuola Politecnica di Parigi specialmente quelli di Analisi di Lagrange. Come era solito tra gli alunni, aveva deciso di inviargli i suoi commenti firmandosi col nome di Antoine-August Le Blanc. Lagrange aveva voluto conoscere questo brillante alunno talmente era rimasto impressionato dal livello dei suoi commenti, e quando era stato messo al corrente che era una donna l’aveva incoraggiata a continuare gli studi. Era una persona formata durante un quadriennio e senza l’aiuto di tutori, mentori o consiglieri fino a raggiungere un livello universitario nel campo della matematica. Sophie aveva seguito il consiglio del gran matematico. Passata la frenesia francese della fine del secolo XVIII, Sophie Germain era stata introdotta nei circoli dei matematici con i quali aveva avuto uno scambio di opinione ma non era mai riuscita a partecipare a un corso di matematica. Aveva allacciato una serie di corrispondenze con noti matematici come Gauss facendosi passare per uomo. Era stata eletta varie volte per il Premio dell’Accademia di Scienze della Francia con uno studio sulla elasticità dei corpi, e era riuscita a vincere il premio. Ma per aver seguito un corso formale o no e per essersi vista isolata dall’ambiente accademico Sophie aveva commesso determinati errori che avevano costituito un ostacolo per ottenere il Premio. Tuttavia quando lo aveva vinto, nel 1816, le cose erano migliorate e iniziava a sentirsi protetta e accettata dalla comunità scientifica. E’ morta di cancro all’età di 55 anni, sulla sua lapide c’è scritto: Marie Sophie Germain, proprietaria agricola. Cerimoniale.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...