La Russia e l’EE.UU. discutono a causa di un archivio contenente documenti storici ebraici

Sabrina Carbone

IlImmagine Il Tribunale di Washington ha imposto al Governo russo una multa quotidiana e a oltranza di 50.000 dollari, per non aver restituito alla comunità ebraica hasidica dell’EE.UU. la ‘Biblioteca di Schneerson’. Mosca considera la decisione “giuridicamente nulla”. Gli archivi in questione sono una collezione di circa 12.000 libri antichi ebraici e di circa 50.000 documenti storici, incluso 381 manoscritti. Tutti i documenti sono stati riuniti nel XX secolo dal leader spirituale degli ebrei hasidici, Iosef Itzjak Schneerson a partire da una collezione che risale al XVIII secolo. Gli ebrei hasidici considerano la Biblioteca una cosa sacra. “E’ una indignazione che un Tribunale di Washington abbia preso questa decisione senza precedenti comportando conseguenze ancora più gravi. Imporre multe a uno Stato sovrano contraddice le regole del diritto internazionale. Questo verdetto ha un carattere extraterritoriale ed è giuridicamente nullo” ha dichiarato il Ministero degli Esteri russo in risposta alla decisione della giustizia statunitense di sanzionare Mosca per non aver compiuto la sua prescrizione del 2010, che richiede la devoluzione degli archivi di Schneerson all’EE.UU. I diplomatici russi, hanno avvertito, in aggiunta, che se le autorità statunitensi decideranno di confiscare i beni russi che non sono sotto l’immunità diplomatica, come sollecita la comunità ebraica hasidica e come ” misura precauzionale”, in risposta saranno avanzate prese di posizione drastiche. All’inizio della Prima Guerra Mondiale, Schneerson aveva depositato una parte della sua collezione in alcuni magazzini di Mosca, per salvarla. Con l’arrivo dei bolscevichi al potere, la collezione era stata nazionalizzata (1918). Lo stesso Schneerson in fuga dalla URSS, aveva lasciato la maggior parte dei suoi archivi a Mosca, a disposizione della Biblioteca Nazionale russa. Negli anni novanta, la sede del movimento hasidista ( allestita a New York, a Brooklyn, dallo stesso Schneerson che era fuggito in EE.UU. agli inizi della Seconda Guerra Mondiale), reclamava la sua eredità alle autorità russe. A partire da allora, la giustizia statunitense ha pronunciato varie sentenze a riguardo. Tuttavia, nessuna di queste è stata accettata dalla parte russa, la quale considera la Biblioteca Schneerson patrimonio culturale nazionale e di proprietà dello Stato.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...