La prima separazione dei siamesi è avvenuta con successo nel secolo XVII

Sabrina Carbone

ImmagineImmagineI siamesi sono quei gemelli i cui corpi continuano a rimanere uniti dopo la nascita con una frequenza di un caso ogni 200.000 nascite. Se oggi giorno, con la tecnologia del secolo XXI e continuando a dipendere dagli organi che li tengono uniti, è una operazione rischiosa, in questa storia parliamo addirittura del XVII secolo. L’autore di questo miracolo, perchè nel secolo XVII bisogna catalogarlo così, è stato il chirurgo e ostetrico svizzero, Johannes Fatio nato nel 1869. Fatio era nato a Berna, aveva seguito gli studi di medicina in questa città e aveva ottenuto il dottorato alla Università di Valenzia (Francia). Aveva concentrato il suo lavoro nei problemi e nelle malattie infantili, diventando uno stimato pediatra. Inoltre, aveva pubblicato vari studi e libri sui trattamenti adeguati che, a causa dei temi alieni alla medicina, sono stati distrutti. Era stato uno specialista nella piccola chirurgia fino al 1689 quando gli era stato affidato l’arduo compito di separare le siamesi Elisabet e Catherina. La fortuna aveva voluto che erano siamesi dette xifópagos, generalmente uniti solo dal tessuto blando e che condividono organi vitali, come in questo caso, il fegato, ma sappiamo già che questo organo è capace di rigenerarsi completamente. Comunque poco dopo il loro battesimo perchè pensavano che non sopravvivevano alla operazione, Fatio e una équipe medica di Basilea, avevano realizzato con successo l’intervento separando Elisabet e Catherina. Tuttavia nel momento più brillante della sua carriera Fatio era impegnato in temi politici e il Governo della sua città era formato da un Consiglio che a poco a poco iniziava a sgretolarsi cadendo nelle mani delle poderose corporazioni di bancari e alti commercianti, che erano riusciti a ripartire il potere tra pochi. Nel 1961, era esploso il caos più totale il popolo cercava di recuperare il potere e all’inizio era così, ma la città non tardava a essere recuperata dai potenti e Fatio, a capo dei rivoltosi, era stato incarcerato, torturato e assassinato. I suoi libri sono stati confiscati e bruciati dalle autorità. e’ stato salvato solo il ‘The Helvetic Reasonable Midwife’ ( La logica dell’ostetrico Elvetico) scritto dopo l’intervento dei siamesi, ma non è stato mai pubblicato fino al 1752.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...