Wikileaks filtra mille documenti sull’America Latina

Sabrina Carbone

ImmagineWikileaks è una organizzazione internazionale, non-profit che pubblica  informazioni segrete, fughe di notizie dei media, classificate da fonti anonime. E’ stata fondata da Julian Assange, e ha pubblicato mille indirizzi di posta elettronica della impresa statunitense di Intelligence e Spionaggio Stratfor legati a vari Paesi Latinoamericani. Il sito Wikileaks ha pubblicato più di cinque milioni di mail segrete della sede centrale del Texas dell’impresa statunitense Stratfor, e econdo il sito fondato da Julian Assange, gli archivi rivelati mettono allo scoperto “La rete di Stratfor composta da informatori, la sua struttura composta da subornazione, le sue tecniche di lavaggio di questi pagamenti e i suoi metodi psicologici” impiegati per ottenere dette informazioni.  Tra gli archivi filtrati che constano di 57.000 indirizzi di posta elettronica di Stratfor in Brasile, c’è un messaggio abbastanza duro su questo Paese, dove una fonte criticando la Marina del Paese, presenta le sue deduzioni a partire dalle loro conversazioni con il personale militare. “Quello che hanno iniziato a fare con i sottomarini nucleari, non ha senso”, informa. Wikileaks ha rivelato quasi 6.500 documenti sul Nicaragua, 13.500 sull’Ecuador, 9.500 sul Paraguay, 9.100 sull’Uruguay, 7.700 su Panama, quasi 8.000 sull’Honduras, e 16.500 sulla Bolivia, 18.300 sul Perù e 27.300 sull’Argentina congiuntamente alla Cina che, secondo i documenti, “Hanno rapporti tesi dopo le misure prese dal Governo argentino che limitano l’ingresso dei prodotti cinesi”. Almeno 231 di questi sono dedicati a un tema molto sensibile per un Paese come le isole Falkland. Ore prima il dirigente filo-governativo Luis d’Elia, aveva assicurato che la “Cia aveva contattato la Stratfor per monitorare le sue attività e i suoi rapporti con l’Iran. Tra gli archivi filtrati dedicati al Messico, che comprendono il 2011, figura un informe degli analisti di Stratfor, dal titolo “Il Messico e lo Stato Fallito Revisionato”. I suoi autori affermano che “il traffico di droga” ha cambiato le istituzioni messicane in maniera drammatica, ma che “paradossalmente anche il narcotraffico stabilizza il Messico”. Tra i documenti pubblicati figurano circa 36.000 mail collegate con la Colombia, in alcuni dei quali sono menzionati supposti incontri con gli alti funzionari colombiani e statunitensi sull’addestramento delle persone per “operazioni speciali”. Tra i 41.000 indirizzi di posta elettronica di Stratfor che sono, al momento, stati filtrati da Wikileaks sul Venezuela figura ogni tipo di speculazione: pronostici sulla situazione economica del Paese, avvisi sulla nazionalizzazione del settore privato nel Paese, rumori sul commercio con l’Iran o teorie sulla natura della malattia di Chavez. Le informative della impresa statunitense contengono, inoltre, informazioni sull’Esercito venezuelano, sulla Aviazione militare, la Marina, l’industria degli armamenti e dettagli militari di Caracas. I messaggi relativi al Cile parlano dello scandalo delle spie di questo Paese con il Perù. Secondo Stratfor una sua fonte militare, ha assicurato che le tensioni tra i due Paesi rispetto a ciò non sono “gran cosa” e che il Perù dovrà comprare più armi. Un altro tema cruciale che rivelano gli indirizzi di posta elettronica sono le risorse di gas e di petrolio nel Paese, le miniere e l’industria chimica e i suoi mercati, che sono indagati sotto le petizioni di vari clienti della compagnia statunitense. In una di queste mail sulla Bolivia dell’anno 2011, compare la supposizione che il Governo boliviano baratta l’idea di estromettere la USAID (Agenzia degli Stati Uniti per lo Sviluppo Internazionale) dalla Bolivia “perchè l’USAID ipoteticamente appoggia le proteste indigene in Bolivia”.

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...