Sabrina Carbone: Appello di aiuto: Che cosa è successo a Lahore in Pakistan?

Gli incidenti di Lahore incitano al perdono, alla pace e alla umiltà. 178 case, una dozzina di negozi e due chiese sono state distrutte dalle fiamme. 400 famiglie cristiane non hanno più nulla neanche un posto per vivere. Oltre 2.500 persone sono terrorizzate, questo è il tragico rapporto che arriva dal Pakistan. Il ventottenne cristiano Sawn Masih venerdì mattina, 8 marzo, è stato accusato da un conoscente musulmano di aver insultato il profeta Maometto, in seguito ad un alterco avuto mercoledì, 6 marzo. I Cristiani in Pakistan chiedono una migliore protezione dopo che i Musulmani hanno incendiato decine di abitazioni cristiane nella città di Lahore, in risposta a una accusa di blasfemia. I manifestanti si sono riuniti a Lahore e a Karachi, la maggiore città del Paese, per condannare la violenza di sabato e chiedere una compensazione per coloro che sono rimasti colpiti da questa triste tragedia. I cristiani rappresentano circa l’1,6% della popolazione maggioritaria musulmana del Pakistan. Le accuse di blasfemia contro l’Islam sono prese molto seriamente, e recentemente sono state prodotte una serie di polemiche giudiziarie. La rotella del mio mouse oggi è andata avanti e indietro sulle terribili foto di Lahore in Pakistan. Siamo giornalisti e il nostro dovere è comunicare, raccontare e sensibilizzare. Le foto si commentano da sole. Non sono nessuno per giudicare, e la mia opinione deve comunque rimanere neutra. Sono cristiana ma per buona educazione e per rispetto del prossimo ho letto anche il Corano e ho imparato queste parole  Salaam maalikum e si risponde Maalikum Saalam, In Sha Allah, mentre la mia fede cristiana e il Vangelo mi hanno insegnato Maràn athà, tutto questo per dire che indipendentemente dalla religione a cui apparteniamo il rispetto per il prossimo è fondamentale, indipendentemente se siamo Cristiani o Musulmani al giorno del giudizio tutti saremo sottoposti,  senza distinzione di razza, di sesso, di estrazione sociale, di ideologia politica, religiosa e culturale. Nella Bibbia è scritto  “Padre perdona loro perchè non sanno quello che fanno” sono le parole di Gesù sulla Croce rivolgendosi a Dio. E nella Sura VII numero 56, c’è scritto: “Non spargete la corruzione sulla terra, dopo che è stata resa prospera. InvocateLo con timore e desiderio. La misericordia di Allah è vicina a quelli che fanno il bene”. Dov’è il bene, dov’è la Pace dov’è l’umiltà, il perdono e soprattutto dov’è il rispetto per chi è innocente. “Ovunque è rimasta solo cenere” cita il dossier della Caritas che riporta anche lo choc e la disperazione degli abitanti. Non si testimonia una religione con la guerra, dobbiamo imparare ad essere più umili ma a volte la nostra saccenza ci annebbia la mente. Non è possibile vedere queste immagini, non è possibile vedere bambini senza un futuro, non è possibile spargere altre lacrime. Faccio un appello a tutti coloro che nelle loro possibilità riescono ad aiutare la Caritas e a sostenere 400 famiglie innocenti, che stanno subendo un forte disagio, tenendo anche conto della scarsità di igiene e la proliferazione delle malattie. Aiutiamo gli innocenti questo è un accorato appello che rivolgo a tutti i miei lettori, cosa dice Dio e cosa direbbe Allah? Please Help to CCP for their help you can donate us through western union on “Parvaiz Alam,National Identity Card No is 35201-1282384-5 God bless you allImmagineImmagineImmagineImmagine

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...