Un taxi magico per i bambini malati

Sabrina Carbone

ImmagineQuando saliamo su di un taxi pensiamo di avere una scarsa conversazione con il conducente, o al massimo domandare qual’è la rotta più rapida, pagare e continuare il nostro cammino. Tuttavia, questa situazione è poco probabile se parliamo del Taxi di Rafael, dove dobbiamo dividere il viaggio con Bob Esponja, Mickey Mouse, Shrek e i Simpson. Rafael Segura è un tassista di Siviglia dal 1985, ma è stata sua figlia Alicia di quattro anni, che adesso ne ha 6, che ha suggerito al padre l’idea di decorare il taxi. “Quando lasciava di lavorare andavo sempre a comprare figurine per mia figlia. Lei le metteva nella sua camera e io le dicevo che la sua stanza era magica, un giorno mi ha detto: “Papà voglio che metti le figurine e i giochi nel taxi così anche lui diventa magico”. Ed è così che è iniziata la storia. Rafael ha iniziato a mettere alcuni giochi e figurine fino a coprire il taxi da cima a fondo. “Quando ho finito di decorarlo, e vedendo che molti bambini viaggiano sul mio taxi, ho pensato che per i bambini malati poteva essere importante essere distratti durante il tragitto in ospedale”. Da quel momento, il tassista ha portato a termine una iniziativa solidale che consiste nel trasportare gratuitamente i bambini malati di cancro, e di altre malattie all’ospedale, in modo che possono svagarsi per alcuni minuti e divertirsi con ogni dettaglio che adorna questo sorprendente veicolo. “I bambini restano a bocca aperta quando salgono sul taxi, la maggior parte nemmeno sbatte le palpebre, restano incantati. A Natale a una bambina aveva avuto un attacco di allegria, nei giorni scorsi una nonna mi ha chiamato perchè voleva fare una passeggiata con sua nipote nell’auto per il suo compleanno. Tutti i giorni sono diversi, racconta con entusiasmo Rafael. Inoltre la solidarietà di questo sevigliano và ben oltre. In momenti di crisi come quelli che stiamo vivendo, offre trasporto gratuito alle famiglie senza risorse che accompagnano minori, maggiori o malati tutto a carico suo i quali devono recarsi nelle loro abitazioni o in ospedale. Tutti dobbiamo mettere il nostro granello di sabbia per aiutare le persone che hanno bisogno. E’ una questione di voler apprezzare la vita. Nonostante ciò, questo tassista solidale lamenta di non essere aiutato da molte famiglie. “Non mi chiamano tutte le volte che a me piace essere chiamato”. Per questa ragione Rafael Segura ha posto all’esterno del taxi una figurina con un chiaro messaggio:”Taxi della solidarietà. Gratis per bambini malati 607307414″

 Immagine

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...