La “lettera incrociata” (1859): una ingegnosa forma per burlare le tariffe postali

Sabrina Carbone

carta cruzadaLe tariffe del sistema postale anglosassone agli inizi del XIX secolo, dipendevano dalla distanza del mittente e dalla locazione del suo destinatario come anche dal numero di fogli che venivano usati. Infatti, la tariffa era duplicata se venivano apposti due fogli all’interno della lettera. Come accade di solito, erano stati escogitati diversi sistemi ingegnosi che burlavano questo aumento di costo, come per esempio era usanza scrivere la lettera in un unico foglio a lettere minuscole e sfruttando ogni millimetro di spazio della lettera. Ma la cosa più curiosa era il sistema della “Lettera incrociata”. Per prima cosa veniva letta la lettera senza fare caso alle linee incrociate. Dopo girando il foglio a 90° continuavano a leggere le linee incrociate. Può sembrare impossibile a prima vista, ma con un poco di pratica era leggibile, e ancora, riuscivano a scrivere in un unico foglio il contenuto che invece doveva essere posto in più fogli, ottenendo così una notevole riduzione della tariffa postale.
carta cruzada1

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...