Montenegro: 45 anni di carcere per i crimini di guerra in Bosnia

Sabrina Carbone

Un Tribunale della Bosnia ha condannato un uomo montenegrino di 45 anni per aver commesso brutali omicidi, stupri e saccheggi nel corso della guerra in Bosnia tra il 1992 e il 1995, è la pena più alta decretata nel Paese. Il giudice Zoran Bozic ha riferito che Veselin Vlahovic ha ucciso 30 persone, ha commesso una serie di violenze su donne bosniache e croate, ha torturato e derubato non solo i serbi residenti in un quartiere di Sarajevo, nel corso della lotta serbo-bosniaca. Tra gli altri reati, il giudice ha descritto come Vlahovic ha sgozzato due fratelli davanti alla loro madre, che ha poi ucciso prima di andare a violentare le mogli due suoi due congiunti. Vlahovic è stato estradato dalla Spagna in Bosnia dopo che era stato arrestato per rapina e aggressione con arma da fuoco. L’imputato presenterà una ricorso d’appello alla sentenza

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...