Atto vandalico sull’Elefante di Luigi XIV

2382236_la-galerie-de-l-evolution-du-museum-d-histoire-naturelle-a-paris-le-5-fevrier-2010

Sabrina Carbone

Un giovane uomo nella notte tra venerdì 29 e sabato 30 marzo, è entrato furtivamente nel Museo di Storia Naturale di Parigi e ha tagliato con una motosega la zanna destra dell’Elefante che era appartenuto al Re Sole. Fermato dalla polizia l’individuo non ha spiegato le ragione dell’atto. L’animale, ora uno scheletro imbalsamato, era stato offerto a Luigi XIV, il Re del Portogallo nel 1668. Era vissuto fino al 1681 nel serraglio di Versailles, hanno affermato dal Museo. Il valore della proprietà è l’ambito avorio. “Il valore storico è leggermente più alto, ma non misurabile”, ha dichiarato ai giornalisti, Jacques Cuisin, incaricato di coordinare la preparazione del restauro nei laboratori del Museo. Secondo Cuisin, le zanne dell’animale non sono originali ma sono stati riportate sull’elefante e risalgono al XIX secolo. “Il cranio è in ottime condizioni, e ciò consentirà un restauro abbastanza facile”, precisando, che hanno riparato una zanna “come un dente”, e aspettano a riguardo di vedere dove l’incisivo è stato “frammentato”. “C’erano molti frammenti sul pavimento”, ha commentato Cuisin. Il Ministero della Ricerca, che ha deplorato “Il degrado del campione di grande interesse storico e scientifico”, ha riferito in una dichiarazione che “Contribuirà con il team del Museo a studiare le condizioni per il suo restauro”. La polizia, confermando le informazioni rivelate dal Parisien, ha reso noto che il ladro è stato arrestato dalla Brigata Anticrimine (BAC) nei pressi del Museo, sito nel distretto di Parigi. Secondo il team del Museo alle tre del mattino, il giovane ladro si è arrampicato, ha rotto una finestra di 8 mm (a destra: 8 mm) di spessore ed è entrato nella “galleria di anatomia comparata “, che contiene migliaia di scheletri nelle grandi vetrine e altre più imponenti, non protette, compreso quello dell’elefante. Il Museo Nazionale di Storia Naturale, insieme ai 62 milioni di copie, è una delle istituzioni leader a livello mondiale di questo tipo, congiuntamente al Museo di Storia Naturale di Londra.

L’atto di uno squilibrato?

L’incidente è durato non più di tre minuti, secondo il parere del Museo. L’allarme è scattato molto rapidamente, il tempo per il giovane di tagliare quasi il 90% della parte visibile della zanna (circa 3 kg) e si è dato subito alla fuga attraverso la finestra che aveva rotto. Quando gli agenti di sicurezza sono arrivati sul posto, la motosega era ancora accesa. Nessun movente è stato avanzato nel tardo pomeriggio di sabato, ma la ONG Robin Hood ritiene che “Qualunque sia stata la motivazione del ladro d’avorio, questa hold-up è da prendere sul serio”.  “Può essere una iniziativa personale, o un furto su commissione o l’emergere in Francia e in Europa di una nuova rete sotterranea del commercio di avorio”, ha sottolineato Cuisin. Il Museo, non ha escluso l’atto di un uomo “pazzo”. “L’Anatomia comparata è il mondo degli scheletri e della morte”, ha osservato Cuisin.

Il Museo accoglie circa 1,9 milioni di visitatori ogni anno.

Nel mese di dicembre del 2011, un corno di rinoceronte bianco è stato rubato dal Museo della caccia e della natura a Parigi da criminali che avevano fatto uso di gas nervino contro le guardie. Questo furto è stato considerato un esempio di esplosione della criminalità destinata a alimentare il mercato asiatico, dove vengono riconosciute delle proprietà afrodisiache al corno di rinoceronte, e viene venduto per decine di migliaia di euro. Il ladro del Museo di Storia Naturale è stato messo sotto custodia cautelare. L’indagine sarà condotta dalla polizia di sicurezza di Parigi, hanno precisato le Forze dell’Ordine.

Annunci

2 thoughts on “Atto vandalico sull’Elefante di Luigi XIV

  1. ErianAndre aprile 1, 2013 / 4:30 pm

    Come si fa ad entrare in un museo parigino,furtivamente, e con una motosega al seguito?

    • sabrinacarbone aprile 1, 2013 / 4:55 pm

      Infatti è sembrato strano anche a me ma nella vita tutto può succedere grazie per aver visitato il mio web anche il tuo è molto interessante

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...