Siria: infondato l’uso delle armi chimiche

rasouli_amir20130415072811917

Sabrina Carbone

Un campione di terra è stato prelevato a Khan al-Assal ed è stato di nuovo introdotto di contrabbando in Gran Bretagna dall’apparato di spionaggio britannico (MI6) il quale ha fornito le prove che “Un certo tipo di armi chimiche era stato rilasciato” scrive il The Time. Il rapporto, secondo una fonte anonima militare riporta che “I ricercatori di armi chimiche e biologiche hanno identificato delle sostanze chimiche ma la notizia non è stata ancora rivelata”. Il 19 marzo i sostenitori stranieri del terrorismo hanno sparato un guscio di arma chimica nella regione di Khan al-Assal provocando la morte di 25 siriani e quasi 100 feriti. Il Ministro siriano delle Informazioni Omran al-Zoubi ha reso noto che al momento la Turchia e il Qatar sono legalmente e moralmente responsabili dell’attacco chimico da parte dei terroristi e ha aggiunto che “L’atto terroristico di spargere sostanze chimiche contenute nel missile sparato su Aleppo è stato molto pericoloso”. “Questo crimine è il primo risultato delle decisioni prese nella riunione dei Ministri della Lega Araba”, ha sottolineato al-Zoubi. I rapporti che sono stati pubblicati in vari media prima dell’attacco chimico asseriscono che il Qatar stava cercando di fornire ai ribelli armati della Siria, le armi. Un rapporto trapelato da una società di sicurezza britannica ha anche rivelato di aver ricevuto un’offerta dal Qatar dove venivano richieste le armi chimiche da trasferire dalla Libia alla città siriana di Homs. Gli osservatori non respingono le relazioni che alcuni Stati regionali possono aver dotato i gruppi terroristici in Siria affiliati di al-Qaeda con armi chimiche, e in questo modo il Governo siriano può essere accusato di preparare il terreno per l’intervento straniero nel paese arabo medio orientale. Tuttavia il Ministro siriano dell’Informazione Omran al-Zoubi ha precisato: “I test del suolo siriano, se non effettuati da un organo ufficiale e internazionale e senza il consenso del Governo siriano non hanno alcun valore politico o giuridico”. The Time aveva scritto sabato, 13 aprile che i campioni di terreno provenienti da una zona nei pressi di Damasco evidenziano l’uso di armi chimiche usate dalle milizie siriane o dalle forze governative. Secondo al-Zoubi la Turchia, la Gran Bretagna e la Francia sono dietro l’uso di armi chimiche in Siria armando le milizie. Da dove hanno preso le armi chimiche? Bisogna chiederlo alla Turchia, alla Gran Bretagna e alla Francia e a altri Stati da dove arrivano queste armi chimiche. Tutto ciò è stato dedotto perchè le Nazioni Unite hanno informato che i Governi occidentali hanno la “prova schiacciante” che almeno una volta in Siria sono state usate delle armi chimiche ma è stato aggiunto altro.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...