Nazioni Unite: Conferenza sulla salute per salvare milioni di neonati ogni anno

Sabrina Carbone

La Maggior parte degli interventi, come l’utilizzo dei medicinali a basso costo e l’allattamento esclusivo dopo la nascita, possono contribuire a salvare la vita di milioni di bambini ogni anno, hanno dichiarato in questi giorni le Nazioni Unite come anche centinaia di funzionari sanitari e rappresentanti dei Governi riuniti per la prima volta all’apertura della sessione globale Newborn Health Conference. “Il Global Newborn è una Conferenza sanitaria che serve a sviluppare lo slancio globale nella crescita e attua un sforzo continuo per raggiungere il MDG (Millennium Development Goals) nel suo tratto finale”, ha asserito il Segretario generale Ban Ki-moon in un messaggio rivolto al pubblico a Johannesburg, consegnato dal sudafricano Coordinatore delle Nazioni Unite, Agostinho Zacarias. “Conto su di voi per costruire questo progresso e grazie al vostro audace e determinato intervenendo possiamo salvare d’ora in poi milioni di vite”, ha aggiunto Ban, promettendo il continuo sostegno alle famiglie da parte delle Nazioni Unite, in particolare dall’UNICEF, dall’Organizzazione Mondiale delle Nazioni Unite della Sanità ( OMS ) e dal UNFPA. I rappresentanti di 50 paesi hanno partecipato alla conferenza di quattro giorni che è concentrata sugli interventi ad alto impatto e a basso costo che affrontano le tre principali cause della mortalità infantile quali: La morte prematura, l’asfissia e le infezioni. Ogni anno, tre milioni di bambini muoiono entro il primo mese di vita a causa di una di queste tre cause che sono in gran parte prevenibili o curabili, secondo l’UNICEF, che ha organizzato l’evento in collaborazione con l’OMS e altri partner. “Abbiamo bisogno di agire sulla base di prove disponibili, le quali dimostrano chiaramente che c’è bisogno di semplici interventi per aiutare mamme e bambini”, ha continuato il Vice direttore esecutivo dell’UNICEF, Geeta Rao Gupta. “Ora abbiamo bisogno della volontà politica allo scopo di fornire e trasformare gli obiettivi in ​​vite salvate.” Il convegno propone di evidenziare l’uso di medicinali a basso costo, le attrezzature e le strategie di salute come l’allattamento esclusivo al momento della nascita. Il Plenum è concentrato inoltre ad aiutare i paesi e a sviluppare i piani d’azione volti a ridurre i tassi di mortalità dei neonati durante il primo mese della loro vita. “Sono confortato dal lancio di questo Piano d’azione globale appena nato, e la sua costruzione su due iniziative che lavorano per progredire gli obiettivi di Every Woman Every Child, ‘Una Promessa rinnovata’ per la sopravvivenza dei bambini “, ha sottolineato Ban Ki-moon nel suo messaggio. Ogni sforzo per salvare un Bambino o una donna, mira a salvare la vita di 16 milioni di donne e bambini entro il 2015 da parte dei Governi, che hanno mobilitato in modo multilaterale, il settore privato e la società civile allo scopo di affrontare le grandi sfide della salute poste di fronte alle donne e ai bambini di tutto il mondo. Una promessa rinnovata è una campagna UNICEF-led per affinare i piani d’azione nazionali per la sopravvivenza infantile, e segnalare il progresso globale delle strategie di sopravvivenza dei bambini, generando un maggiore slancio.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...