L’opposizione siriana invoca l’aiuto internazionale per soccorrere Homs.

Sabrina Carbone

http://www.france24.com/fr/20130705-armee-syrie-assaut-homs-opposition-rebelles-armes-aide Le forze di Bachar al- Assad, continuano il loro assalti sulla città di Homs, ma senza una reale apertura. Riunita a Instanbul, l’opposizione siriana ha lanciato un appello alla comunità internazionale in base al quale viene imprecato ai combattenti di questa città di consegnare le loro armi. Dopo Instanbul, dove ha avuto luogo la riunione per due giorni allo scopo di designare un nuovo leader, la Coalizione dell’opposizione siriana ha implorato nella tarda serata di giovedì, 4 luglio, l’aiuto della comunità internazionale. Ha invocato di consegnare le armi per impedire la caduta della città di Homs, al centro della Siria, sotto il fuoco della armata, fedele al presidente Bachar al-Assad. “Questo è un appello politico, etico e umanitario. Invochiamo un intervento immediato per evitare che la sede di Homs cada sotto la minaccia di una partizione”, ha dichiarato alla stampa Farh al-Atassi, uno dei membri della Coalizione riunita a Instanbul. “In nome degli abitanti di Homs, noi facciamo appello allo stato-maggiore dell’Armata siriana , ai paesi del CCG (Consiglio di cooperazione del Golfo), di fornire ai combattenti del fronte di Homs e di tutta la Siria armi sofisticate per rispondere alla aggressione di Assad”, ha aggiunto.

L’assalto continua a Homs in stato di assedio

Dopo aver ripreso Qousseir ( nel centro-ovest della Siria, nei pressi della frontiera libanese), le truppe del Presidente Assad e Hezbollah hanno lanciato il 29 gennaio una nuova offensiva contro la città di Homs (centro), un blocco di chiusura strategico tra il nord e il sud del paese. In seguito a ciò, l’aviazione siriana ha bombardato senza tregua Homs, nel centro del paese, mentre i soldati sul territorio erano incapaci e sono rimasti incapaci di penetrare nei quartieri ribelli, ha indicato l’Osservatorio siriano dei diritti dell’Uomo (OSDH). “Acuni combattimenti sporadici sono stati sviluppati nei dintorni di Khaldiyè” ha precisato l’ONG siriana che beneficia di una larga rete di militanti attraverso la Siria. Il Segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon ha invitato i belligeranti a rilasciare i civili, bloccati a Homs, a lasciare la città e a fornire i soccorsi. In aggiunta ha “Pregato i combattenti di fare il massimo per evitare ulteriori perdite tra i civili e di autorizzare un accesso umanitario immediato, come anche di offrire la possibilità ai civili di partire senza la paura di essere perseguiti”. Secondo l’OSDH, oltre 100.000 persone sono morte nel conflitto da marzo del 2011.

Source: http://www.france24.com/fr/20130705-armee-syrie-assaut-homs-opposition-rebelles-armes-aide?ns_campaign=editorial&ns_source=RSS_public&ns_mchannel=RSS&ns_fee=0&ns_linkname=20130705_armee_syrie_assaut_homs_opposition_rebelles

Annunci

One thought on “L’opposizione siriana invoca l’aiuto internazionale per soccorrere Homs.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...