RCA: Sei mesi dopo il colpo di Stato, aumenta il numero dei casi di malaria, di malnutrizione e di feriti lesi a causa della violenza

Sabrina Carbone100kb

Sei mesi dopo il colpo di Stato avvenuto a Bangui e realizzato dalla coalizione ribelle Seleka, la situazione non è ancora stabile. La Francia ha appena chiamato i paesi africani e le istituzioni, come anche il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ad affrontare questa crisi, e in aggiunta, il Governo francese ha finalmente collocato la RCA sulla lista delle priorità nella politica estera. Malgrado ciò, il paese continua a rimanere nel caos, a vivere nella incertezza, e a annotare un aumento delle tensioni e delle violenze, anche in aree precedentemente non affette. L’organizzazione di Medici Senza Frontiere, MSF, che dal 1996 detiene una presenza massiccia nella Repubblica Centrafricana (RCA), continua a fornire assistenza alle persone e a soddisfare le esigenze di migliaia di malati, di vittime della violenza private ​​di ogni assistenza medica. “Quello che accade nel RCA, l’evoluzione incerta e il futuro della situazione destano una reale preoccupazione. Le nostre squadre attive sul campo registrano un aumento di casi di violenza e di scarsa sicurezza. Il popolo, i nostri pazienti, sono i primi a soffrire. Oggi MSF affronta una grave crisi umanitaria e sanitaria e non sappiamo quale sarà la sua evoluzione” avvisano i tre leader della missione di MSF in RCA. Con il colpo di Stato dello scorso mese di marzo, la situazione è peggiorata e non è tornata mai alla normalità. Tuttavia nel momento in cui l’indice dei dati annuali della malaria è salito oltre la normalità, nonostante le attrezzature e la carenza di personale medico, il sistema sanitario, già indebolito da anni di crisi, è stato in grado di soddisfare le esigenze mediche di maggiore importanza e contenere la pressione della popolazione. Il 5 agosto di quest’anno, un programma pediatrico per i bambini compresi da 0 a 15 anni di età è stato aperto nel Bria, nella parte orientale del paese. “In questa zona completamente abbandonata e isolata, MSF lo scorso maggio, in una settimana di attività, ha ricevuto 788 pazienti ambulatoriali. E questo numero è in costante aumento dal momento che, come ha dichiarato Jordan Wiley, capo della missione di MSF, oltre tre quarti di questi pazienti sono affetti da malaria. 36 bambini sono stati ricoverati in ospedale, soprattutto per forme gravi della malattia, ma anche per infezioni respiratorie o per diarrea. Oltre 500 bambini sono stati sottoposti a screening per malnutrizione e alcuni sono stati ricoverati nel centro nutrizionale. Infine, MSF supporta il ripristino della vaccinazione di routine nella zona.

Source: http://www.msf.fr/actualite/articles/rca-six-mois-apres-coup-etat-accroissement-nombre-cas-paludisme-malnutrition-et-b

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...