Studiare per vivere o per cultura personale?

Sabrina Carbone100kb

Le famiglie fanno sacrifici per mandare i figli a scuola, per acquistare i libri e tutti gli accessori scolastici dopo il rientro dalle vacanze estive. Gli studenti per non gravare sul budget famigliare si arrangiano come possono, le tasse universitarie sono diventate incontrollabili. Tutto questo per un pezzo di carta che può o non può decidere il futuro. Molti bravi ricercatori migrano all’estero perchè in Italia bisogna avere il Santo alla poltrona per avere un buon posto e chi si rivolge a quelli in Paradiso o emigrano in cerca di fortuna, o sopravvivono nei callcenter o dimorano fino alla pensione con i propri congiunti. Le aziende cercano. Ma cosa cercano? Il curriculum fa testo. In Italia, quando presenti un curriculum la prima cosa che guardano sono le origini degli studi, quindi se arrivi dalla Bocconi di Milano o dalla Sapienza di Roma sei già mezzo qualificato, se arrivi da una Università del Sud o poco nota ti dicono chi sei? E’ successo a Mariacristina. “Ho mandato dozzine di curriculum, in tutta la Svizzera e l’Italia ma rispondono solo per posti di lavoro per cameriera o di catering”, spiega Mariacristina. Le aziende cercano, ma cosa cercano? Esistono molti bravi ricercatori o professionisti, che nella realtà in cui vivono hanno poche speranze di mettere in atto il frutto dei loro studi, perchè le aziende guardano al curriculum e non a quello che sai fare realmente. In sintesi se sei capace o no poco importa ciò che conta è un curriculum da sogno. Ritorniamo a Mariacristina che è di Napoli, e ha un accento che è completamente meridionale. Ha lavorato con grandi aziende, e di recente, ha avuto un colloquio di 20 secondi a Lugano. Mariacristina ha dovuto affrontare un viaggio che nessuno le ripaga, deve mantenere un bambino e aveva prima di arrivare a Lugano parlato con l’azienda per telefono, dopo tutto questo preambolo le viene detto: “Signora, lei ha tutti i requisiti ma…non possiamo assumerla, ha l’accento meridionale”. Come è possibile ancora una volta considerare un soggetto e le proprie qualità in base all’accento e a 20 secondi di colloquio se non l’avete nemmeno messa in prova?. Tutto questo è incredibilmente vero! Esistono ancora i famosi trucchetti. A Bari, sono stati denunciati cinque dei saggi scelti da Letta per riformare la Costituzione: “Truccavano i concorsi”. Questo è il titolo dell’articolo del corriere.it a riguardo. “La Guardia di Finanza su ordine della Procura di Bari ha aperto una inchiesta su numerosi docenti universitari che secondo l’accusa in almeno sette facoltà di diritto, con tutta ipotesi hanno truccato concorsi per associati e ordinari”. Tra questi ben 5 dei 35 saggi scelti dal Premier Enrico Letta per accompagnare il previsto progetto di riforma costituzionale: Augusto Barbera (Università di Bologna), Beniamino Caravita di Toritto (La Sapienza di Roma), Giuseppe De Vergottini (Università di Bologna), Carmela Salazar (Università di Reggio Calabria), Lorenza Violini (Università di Milano). Ma nella inchiesta emergono anche altri volti noti della politica, tra i quali: l’ex Garante per la privacy Francesco Pizzetti e l’ex Ministro per le Politiche europee Anna Maria Bernini (Pdl). Gli indagati hanno dichiarato di essere estranei alla vicenda. I callcenter e i contratti co.co.pro ex co.co.co sono una presa in giro per i lavoratori, perchè dopo due anni di precariato l’azienda che ha l’obbligo di assumere a tempo indeterminato o determinato, fa il restyling. Ovvero l’organico resta lo stesso ma cambia solo nome. Quindi è possibile lavorare anche 10 anni con una stessa azienda ma mai essere assunti proprio a causa di questo permissivismo, di cambio di nome. Altra presa in giro sono i contratti di apprendistato, le aziende ti fanno fare un tirocinio e se rientra in coscienza ti pagano o ti sfruttano e poi ti congedano. E’ chiaro che poi il bilancio delle vittime della disoccupazione aumenta. Dove sono ancora una volta le riforme che tutelano il lavoratore? La domanda è d’obbligo studiamo per vivere o per cultura personale?

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...