Unità Europea? Leipzig, la battaglia che i tedeschi celebrano in pompa magna e che i francesi hanno completamente dimenticato

Sabrina Carbone100kb

leipzigLa battaglia di Leipzig è stata il più grande affronto dei tempi moderni fino allo scoppio della Prima Guerra Mondiale, nella quale è stato messo in gioco l’avvenire politico dell’Europa. Celebrata a Outre-Rhin il, 18 ottobre, la battaglia di Leipzig è passata ai posteri sotto il nome di ‘battaglia dei popoli’, ‘Die Völkerschlacht’ in tedesco, mentre ‘battaglia delle Nazioni’ in Francia dal momento che oltre dieci nazioni si erano affrontate, per tre giorni, dal 16 al 19 ottobre 1813. Tutta l’Europa si era armata contro Napoleone, riuniva russi, prussiani, austriaci, tedeschi, e svedesi, 320.000 soldati erano coalizzati e affrontavano 175.000 combattenti francesi: Il più grande affronto dei tempi moderni fino alla Prima Guerra Mondiale. Per quattro giorni, la Grande Armata di Napoleone aveva tenuto testa alla coalizione delle monarchie europee. La superiorità numerica degli alleati era schiacciante e malgrado una incredibile resistenza francese, l’Imperatore non aveva potuto impedire la disfatta provocata dal tradimento delle truppe svedesi di Bernadotte e dalla defezione delle divisioni sassoni in piena battaglia. La sera del 19 ottobre, 100.000 uomini erano fuori combattimento. L’insuccesso di Leipzig annientava le sue ultime speranze. Era un momento cruciale del reflusso della Rivoluzione francese e delle sue idee dopo 20 anni di guerra contro l’atavica Europa feudale. Era l’inizio della fine del grande Impero, la fine della ‘Grande nazione’, come veniva chiamata allora la Francia. Questa battaglia è stata anche “una sorta di giudizio finale dove viene rivendicato il passato e i morti sono mescolati ai vivi, dove riappare ciò che sembrava essere scomparso, la debolezza del Grande Impero, costruito sui prestigi e sulle illusioni” spiega il grande storico Jacques Bainville. A Leipzig crolla anche l’idea di un ‘Impero europeo francese’. Anche se questo sogno sopravviverà con l’impero coloniale, la vocazione imperiale della Francia culmina sulle rive dell’Elster, mancando di mezzi e di capacità. Infine questo totale fiasco marca la fine della carta tedesca che Napoleone non era riuscito a sfruttare, che aveva sciupato ebbro di ambizioni e di potere. La posta in gioco per questo gigantesco melange era pertanto l’equilibrio europeo. Questa battaglia marcata dalla defezione delle truppe tedesche alleate di Napoleone e la loro adesione alla Prussia, significa all’inizio una difesa unitaria del suolo tedesco. E’ a Leipzig che nasce il sentimento di appartenenza a una nazione tedesca. Guerra di liberazione della nazione germanica o di un patriottismo tedesco creato da Napoleone e come un boomerang gli torna contro. Ma quale posto conserva questa battaglia negli immaginari collettivi francesi? Se Napoleone è stato di giorno in giorno sempre più criticato in Francia durante il suo bicentenario 1999-2015, specialmente dopo il 2001 con la Legge Taubira, l’influente ebdomadario tedesco ‘Dier Speigel’ gli ha consacrato la sua copertina. I francesi, dimenticano la loro storia e non ricordano nemmeno l’invasione del territorio nel 1814, conseguenza della disfatta di Leipzig che ha così tanto marcato gli spiriti di tre generazioni. Source: atlantico.frlink aiuo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...