Quali sono le riserve mondiali del petrolio?

Sabrina Carbone100kb

Valutare le riserve mondiali del petrolio è un esercizio pericoloso. Se la Opec stima 1.481 milioni di barili, le riserve possono essere sopravvalutate o sottovalutate per diverse ragioni: geopolitiche, economiche, tecnologiche.

La fine della teoria del picco del petrolio?

Le riserve mondiali comprovate di petrolio sono di 1481 milioni di barili (un barile di petrolio greggio è di 159 litri), secondo le ultime stime della OPEC. Il termine “riserve accertate” significa riserve certe che possono essere sfruttate in condizioni economiche e tecniche attuali (sono chiamate “riserve probabili” i depositi la cui probabilità di essere economicamente sfruttate è del 50%, e “Possibili riserve” quelli la cui probabilità di essere economicamente sfruttati è del 10%). La stima delle riserve OPEC comprendono sabbie bituminose di Alberta (Canada) o l’Orinoco (Venezuela), che alcuni esperti considerano sopravvalutate. In generale, la valutazione delle riserve mondiali di petrolio è difficile da raggiungere ed è oggetto di discussione. A causa di numerose incertezze prevalenti sulle riserve, ora è meno discusso il “picco del petrolio”, la cui teoria è che la produzione di petrolio diminuirà quando la metà delle riserve mondiali saranno state consumate. Fino ad oggi, circa 1.200 miliardi di barili sono stati consumati nel mondo.

Incertezze geopolitiche

Per motivi strategici, la OPEC (Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio) fornisce relativamente poche informazioni sulle loro riserve, soprattutto quelle il cui funzionamento è fornito da una impresa di proprietà statale (Arabia Saudita, Kuwait , Emirati Arabi Uniti, Iran). In assenza di controlli o di riserve le stime da parte delle organizzazioni indipendenti, indicano che i paesi produttori hanno sovrastimato le riserve di petrolio. Tuttavia, la OPEC detiene il grosso delle riserve globali. Inoltre, molti di questi paesi sono politicamente instabili e l’accesso alle risorse di petrolio sul mercato globale non è quindi garantito.

Nuovi giacimenti scoperti regolarmente

Nuovi campi petroliferi sono stati scoperti regolarmente. Anche se questi campi sono generalmente più piccoli rispetto a prima, questi risultati contribuiscono a posticipare la data in cui è previsto l’esaurimento delle riserve mondiali. Secondo la Agenzia internazionale della energia (AIE), la data di scadenza, calcolata in base al livello attuale di consumo e delle riserve globali stimate è di 40 anni dopo due decenni. Il termine può essere ulteriormente ritardato sia a causa di nuove e significative riserve che potranno essere scoperte (in particolare in regioni sotto utilizzate come l’Artico) ma anche perché il calcolo di riserva non tiene conto di alcuni oli non convenzionali, come per esempio le riserve di petrolio di scisto negli Stati Uniti.

Lo sfruttamento di oli non convenzionali è redditizio?

Gli Stati Uniti potranno diventare il più grande produttore mondiale di petrolio nel 2017 (secondo un recente rapporto della Agenzia internazionale per la energia) attraverso lo sfruttamento di oli di scisto.La entità delle riserve di petrolio non convenzionali (scisti, sabbie, acque profonde sul largo ambiente polare olio) a livello globale, tuttavia, rimane incerto. Per quanto riguarda lo sfruttamento del gas di scisto, vietato in Francia, l’impatto ambientale dello sfruttamento di oli di scisto può essere un ostacolo al recupero della energia. Inoltre, tutte le riserve fisiche dimostrate saranno non necessariamente in uso a un costo ragionevole. Gran parte di loro hanno un difficile accesso, e lo stato attuale delle conoscenze tecnologiche, il loro funzionamento non prova che sono redditizie. Questa osservazione è valida per i giacimenti di petrolio anche convenzionali. Tuttavia, il prezzo del petrolio ha raggiunto un livello record. Se il costo continuerà a salire, i depositi il ​​cui sfruttamento oggi non è economicamente redditizio potrà diventare commerciale.

Source: lenergieenquestions.fr

 

 

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...