Nestlé annuncia la costruzione di 40 scuole in Costa d’Avorio

Traduzione a cura di Dott.ssa Sabrina Carbone per SEBAL company professional translation centre

nestlèIl Gruppo Nestlé è impegnato, entro il 2015, a costruire 40 scuole in Costa d’Avorio, allo scopo di lottare contro il lavoro minorile e per contribuire ad alimentare l’accesso alla formazione in questo Paese industriale dove l’azienda già possiede una fabbrica e un centro di ricerca ad Abidjan. In un articolo apparso su Jeune Afrique, Kais Marzouki, Direttore di Nestlé della Divisione dell’Africa Centrale e Occidentale ha reso noto che questo investimento sociale è un modo per contribuire ad affrontare le “molte sfide” e per stabilire una leadership con i 22 paesi della zona. Questo cittadino tunisino gestisce sette fabbriche e 5.300 dipendenti, come anche i rapporti con decine di migliaia di fornitori, distributori o trasportatori, ma cura anche i rapporti con oltre 150 villaggi che beneficiano dei programmi agricoli con il suo gruppo. Marzouki, che ha vissuto a lungo in Senegal, ha reso noto che i nuovi principi di condotta negli affari, sottolineano l’opzione di privilegiare la Creazione del Valore Condiviso (CVP), a lungo termine, tra gli azionisti della società e le comunità circostanti ai loro insediamenti. Al di là del principio morale e della responsabilità sociale delle imprese, il CVP è concentrato sugli investimenti che permetteranno all’industria di assicurare la redditività e la sostenibilità lavorando con le comunità locali, e ciascuna delle parti curerà il proprio interesse. Per questo motivo, il gruppo agro-alimentare ha attuato un programma di lotta contro la malnutrizione e l’obesità dei bambini, in collaborazione con i Ministeri della Pubblica Istruzione della Nigeria, del Ghana e del Camerun, e circa 26.000 studenti beneficeranno di questo progetto. Il CVP, permetterà anche, che oltre 100.000 persone che vivono nelle zone rurali dove viene prodotto il cacao in Costa d’Avorio, avranno accesso all’acqua potabile e ai servizi igienici. “Questa iniziativa è un partenariato stabilito con la Federazione Internazionale della Croce Rossa e dla Mezzaluna Rossa (IFRC)”, ha comunicato Marzouki, sottolineando che in Nigeria, il suo gruppo organizza le operazioni che promuovono l’igiene tra gli scolari. A suo giudizio, inoltre, l’iniziativa migliorerà la qualità dei cereali acquistati localmente in Ghana e in Nigeria e coinvolgerà oltre 50.000 produttori locali. Nel 2009, Nestlé ha aperto ad Abidjan il Centro di ricerca e di sviluppo per l’Africa, diretta dall’ingegnere Serigne Gueye Diop di origine senegalese. Mentre l’ingegnere Sheikh Mbacké Mboup è il capo del progetto agronomia. Questa struttura, sviluppa delle tecnologie sulle materie prime e sugli ingredienti specificamente africani allo scopo di trovare soluzioni innovative per migliorare la qualità nutrizionale delle materie prime, come il mais, il miglio e la manioca.

Source: allafrica

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...