RDC: La polizia disperde con violenza i sostenitori di Kamerhe all’opposizione

Sabrina Carbonebririd000_Par7798764_0

Nella RDC, l’oppositore Vital Kamerhe ha chiesto che venga aperta un’indagine indipendente dopo i fatti avvenuti giovedì, 20 febbraio, a Bukavu. Gli antagonisti, avevano tenuto una riunione nel quadro del programma “Carovana per la Pace” nel capoluogo del sud Kivu. Il giorno prima, le autorità locali avevano dichiarato che l’adunanza non poteva essere ritenuta nello spazio previsto a causa di alcuni lavori. Infine, decine di poliziotti stavano aspettando il convoglio, quando migliaia di persone sono state aggredite e la polizia ha iniziato a sparare. Secondo un ultimo rapporto fornito dalla Croce Rossa congolese, 24 feriti sono stati ricoverati all’ospedale di Bukavu, e uno solo è stato colpito da un proiettile. Kamerhe aveva iniziato Martedì a Goma, capitale del Nord Kivu, questo tour nella RDC orientale. Con l’arrivo a Goma – dopo essere stato invitato due volte a lasciare Kinshasa da parte delle autorità – ha lanciato questa “Carovana per la Pace” per fargli attraversare in quindici giorni, le province del Nord e del Sud Kivu, annientate da quasi due decenni di conflitto. Perché la dispersione della manifestazione è stata così autoritaria? La domanda rimane, per il momento, completamente aperta. Il portavoce del Governo, Lambert Mende, ha comunque confermato che dodici civili sono rimasti feriti di questi otto sono delle forze dell’ordine. Quello che è certo è che fin dall’inizio c’è stata una disputa sul luogo del raduno, che inizialmente, doveva ritrovarsi a Piazza Indipendenza Mercoledì ma improvvisamente la radio televisione Nazionale congolese ha rilasciato una dichiarazione del sindaco che annunciava dei lavori su questo stesso luogo, rendendo impossibile tenere la riunione. Una seconda opzione allora è stata considerata. L’incontro con i sostenitori è stato spostato allo stadio di calcio di Bukavu ma c’erano, ancora una volta, dei problemi. Secondo Vital Kamerhe, due match erano stati organizzati nello stesso momento e quindi il suo corteo ha scelto di trasferirsi a Piazza Indipendenza, transennata dalla polizia. Nel momento in cui Kamerhe è salito su una piattaforma di fronte alla piazza, intorno alle 17:00 ora locale (16.00 GMT), sono stati utilizzati i gas lacrimogeni. Un centinaio di poliziotti stazionati presso Piazza Indipendenza hanno impedito ai manifestanti di andare oltre e la situazione allora è degenerata. Secondo diverse fonti, sono stati sparati dei proiettili anche di gomma, ma questo non è ancora stato confermato. Secondo il portavoce del Governo tutto ciò era per impedire a Kamerhe di tenere il suo meeting sulla piazza e di conseguenza la polizia è intervenuta e ha sparato gas lacrimogeni, ma la stessa fonte non conferma gli spari dei proiettili o di quelli di gomma. Secondo Lambert Mende, nessun ufficiale della polizia di Bukavu aveva in mano un’arma letale. Solo quindici poliziotti venuti da Kinshasa hanno protetto Kamerhe ed erano armati. Molti elementi sono ancora da confermare. L’unica certezza è che migliaia di persone erano venute ad accogliere Kamerhe nella sua provincia del Sud Kivu.link aiuo

 Source: rfi.fr

Annunci