Un bambino disabile è prima di tutto un bambino

Sabrina Carbonebririd

Bangladesh_Disabled-300x199“Quando consideriamo la disabilità prima di ogni cosa dobbiamo considerare il bambino, questo non riguarda solo il bambino in questione, ma anche priva la società di ciò che il bambino ha da offrire”, ha dichiarato il Direttore esecutivo dell’UNICEF, Anthony Lake. Spesso lasciati ai margini della società e vittime di discriminazioni, i bambini disabili subiscono una particolare forma di oppressione che impedisce loro di crescere e sviluppare il loro pieno potenziale. L’UNICEF ricorda che un terzo dei paesi del mondo non ha ratificato la Convenzione sui diritti delle persone con disabilità, a scapito del loro riconoscimento e della loro integrazione sociale. In effetti, è nell’interesse dei Governi stimolare questi bambini a svolgere un ruolo attivo nella società. Migliorando le loro competenze e le loro potenzialità, della loro inclusione può beneficiare l’intera comunità. Ragione per cui, l’accessibilità e la progettazione di ambienti di vita accessibili a tutti sono di interesse pubblico. “Affinchè i bambini con disabilità possano contare, devono prima essere contati – alla nascita, a scuola e nella vita in generale”, ha concluso Lake per celebrare l’uscita del rapporto “La situazione dei bambini nel mondo nel 2013”.link aiuo

Source: humanium

Annunci