“La vita non sarà più come prima” se la Russia deciderà di scaricare il dollaro

Sabrina Carbonebririd

Questa è l’affermazione in risposta alle sanzioni previste dagli Stati Uniti se la Russia si libererà del dollaro, e quasi istantaneamente causerà un crollo non solo dei mercati finanziari, ma in tutto lo stile di vita degli americani, ha reso noto, John Williams, l’economista e fondatore del progetto ‘Shadow Government Statistics’ (‘Le statistiche del Governo ombra’), che ha condiviso la sua visione con il portale Infowars.com.  Inoltre la realtà può essere peggiore se i suoi partner commerciali e alleati, come  la Cina, aderiranno all’iniziativa e gli investitori internazionali sospettano un drastico cambiamento nel sistema finanziario globale. Occorre ricordare che nel 2008, gli Stati Uniti hanno vissuto una delle peggiori crisi finanziarie della storia, ricorda Williams. Il sistema era sull’orlo del collasso, in quel momento.  “Ciò che la  Federal Reserve  e il Governo avevano fatto era spendere ogni centesimo che potevano, coniare e sostenere tutto quello che potevano onde evitare il crollo del sistema. Tutti i conti bancari erano stati messi al sicuro. Quindi, in questo modo avevano salvato il sistema, ma senza produrre alcun risultato. Non c’è stata una ripresa economica, né il ritorno ad un sistema bancario sano”, ha commentato. Così, il sistema è stato reso molto vulnerabile, riassume l’esperto, e se i russi faranno realmente ciò che gli americani temono, c’è il rischio che questo sistema cada. Williams ritiene che il paese andrà in iperinflazione e “la vita non sarà più come la conosciamo”. Questo perchè il l sistema finanziario degli Stati Uniti non è in grado di gestire l’iperinflazione, ha aggiunto. Al contrario, per esempio, lo Zimbabwe è in grado di affrontare l’iperinflazione con più facilità, perché ha una struttura economica particolarmente adatta per questo.  “Comunque, indipendentemente che sia la Siria, l’Ucraina, l’Iran o qualsiasi altro conflitto periferico”, dicono gli analisti, “è chiaro che questa è la strada che un giorno porterà alla fine del  dollaro  statunitense. La Cina e la Russia faranno il loro passo al momento opportuno”.

Source:actualidad.rt

Annunci