Scoperto il primo scheletro umano nella tomba di Anfipolis

Sabrina Carbone

Uno scheletro completamente intatto è stato scoperto nella tomba di Anfípolis, il più grande complesso funerario dell’antichità trovato fino ad oggi in Grecia, ha informato il Ministero greco della cultura durante una conferenza stampa. Gli archeologi incaricati allo scavo sospettano che i resti appartengano a un personaggio dell’epoca straordinariamente potente, per il quale era stato costruito l’imponente complesso funerario. Il materiale sarà trasferito in un laboratorio per stabilire l’identità e l’età del personaggio, ha informato il sito ‘Greek Reporter’. I resti sono stati ritrovati sia dentro che fuori la bara di legno che era sepolta nella terza camera sotterranea del complesso. Gli archeologi hanno calcolato che la tomba di pietra calcarea sia alta quasi 8.9 metri, e che la sua dimensione sia di 0.54 metri e la sua lunghezza di 2.35 metri. Inoltre nel luogo sono stati anche trovati chiodi di garofano ferro e ramano, come anche diversi articoli decorativi elaborati con le ossa e con il vetro, che erano dispersi attorno alla bara. “La salma era una personalità potente, suggerisce la costruzione di questa tomba unica”, hanno informato i rappresentanti del Dicastero della cultura, secondo i quali la tomba di Anfípolis, è stata costruita all’epoca di Alessandro Magno (356-323 a.C), e doveva essere un’opera pubblica come attestano gli alti costi che rappresentava la sua costruzione, e gli elementi originali decorativi utilizzati per la sua ornamentazione.

Calendario SEBAL acquista qui

Acquista qui Libro Maioliche artistiche Maestro Benito Carbone

Acquista qui e-book SEBAL Le mie poesie

Acquista qui e-book SEBAL Le mie poesie by Lulu

Seguici su Official SEBAL Facebook

Acquista qui Le marmellate di SEBAL

Acquista qui Calzature cucite a mano IX RE

Annunci