Chakchouka: scopriamola insieme per un pranzo goloso

Sabrina Carbone

slide_345720_3620929_freeLe mie curiosità culinarie approdano oggi in Nord Africa. Comunque un pò ovunque nel mondo, i buongustai (e i golosi) hanno da alcuni mesi soltanto una parola sulla bocca: Chakchouka. Che cos’è? Scopriamolo insieme. Molti esperti gastronomici, ristoratori e media avevano anticipato che per questo piatto era previsto un anno appetitoso. La pietanza è semplice da preparare ed è piena di sapori. Un piatto molto diffuso in Tunisia, e spesso il piano B ideale quando il frigorifero è vuoto. La ”Shakshuka” come lo scrivono gli anglofoni, ha conosciuto una rinascita molto sorprendente. Dopo il capriccio ”dei Cronuts” (fusione di croissant e ciambella), sandwich di ciambelle al gelato, ”pizzaghetti” ed altra pizza al kit kat o il caffè al burro, le uova alla salsa di pomodoro sono state riscoperte congiuntamente a una valanga di salse. La Chakchouka come cita una “delle nuove tendenze per fare colazione a Londra”, può essere anche mangiata a mezzogiorno e di sera. ”Il piatto faro del brunch nel 2014 sarà Chakchouka”, avevano annunciato i redattori di Epicurious.

Quali sono le sue originioriginal

Negli Stati Uniti, la maggior parte dei ristoranti israeliani servono la Chakchouka, ed è in particolare il capo israeliano Yotam Ottolenghi che ha presentato questo piatto in Regno Unito. Tuttavia, nel suo libro ”Gerusalemme” precisa che la ”Chakchouka è all’origine un piatto tunisino, ma è diventato estremamente popolare a Gerusalemme”. Comunque la sua origine esatta fa tuttavia sempre discutere, essendo questa specialità anche un’inevitabile pietanza della cucina algerina, marocchina, egiziana e libica. Comunque gli ingredienti differiscono leggermente. Il vantaggio di questo piatto, è che è facilmente adattabile, a qualsiasi palato. Per esempio alcuni aggiungono peperoni verdi, e altri piccoli pezzi di zucchine o di abelmosco. Con o senza carne? La versione libica, per esempio, utilizza carne secca di agnello, e in Marocco la Chakchouka viene mangiata spesso accompagnato da kefta di agnello. Di norma, è la versione vegetariana che prevale. Per aggiungere più dimensione a questo piatto tutto sommato di base, alcuni aggiungono pezzi di limone canditi e erbe, spezie o anche la feta. Noi aggiungiamo e concludiamo che questo piatto ci ha convinto e gli diamo un bel 10.

 Seguici anche sulla Pagina ufficiale SEBAL Facebook

Annunci