Esperimento di successo degli scienziati di Ginevra: Teletrasporto quantistico su 25 km

Sabrina Carbone

n-TLPORTATION-large570Per la prima volta al mondo, alcuni fisici sono riusciti a teletrasportare lo stato quantistico di un fotone su una lunghezza di 25 chilometri, ha annunciato un gruppo ginevrino di scienziati per la rivista naturale Photonics il, 21 settembre. “L’esperienza, realizzata nel laboratorio del professore Nicolas Gisin, costituisce una prima, e polverizza il vecchio record di sei chilometri stabilito 10 anni fa da parte dello stesso gruppo dell’università di Ginevra (Unige)”, ha indicato quest’ultimo in un comunicato. Resa popolare dalla fantascienza e pensando a Star Trek, il teletrasporto quantistico non permette, almeno in base alle recenti informazioni scientifiche, di prevedere un trasferimento di oggetti usuali e ancor meno degli essere umani. Tuttavia questa tecnica, in futuro troverà applicazioni interessanti, in particolare nell’ambito delle telecomunicazioni e del cifraggio informatico su Internet, hanno reso noto alcuni esperti con l’auspicio, che alla fine, il teletrasporto quantistico possa permettere di garantire che un’informazione inviata da un’emittente verso un ricevitore raggiunga la destinazione senza essere intercettata. Nel quadro dell’esperienza realizzata all’Unige, i fisici hanno preso due fotoni derivati da una stessa fonte. Uno di questi due fotoni è stato azionato lungo una fibra ottica, mentre l’altro è stato inviato in un cristallo, un tipo di dispositivo di magazzinaggio dell’informazione del fotone. Il primo fotone trovandosi nella fibra ottica, a 25 chilometri di suo fratello geminato, è stato in seguito colpito da un terzo fotone. Gli scienziati hanno in seguito constatato che l’informazione contenuta nel terzo fotone è riuscita ad aprirsi un cammino nell’ambito del cristallo, senza che i due fotoni geminati si siano direttamente incontrati.

Official page SEBAL Facebook

Annunci