Malgrado il riscaldamento climatico la banchisa dell’Antartico è più spessa

Sabrina Carbone

Lo spessore del ghiaccio marino del polo Sud è stato misurato con precisione: tra l’1,4 e i 5,5 metri nei punti più fini e di oltre 16 metri in quelli più spessi, ha reso noto un gruppo dell’istituto dell’Antartico dell’università della Tasmania (Australia). Questo risultato costituisce una vera impresa scientifica tant’è che è difficile condurre osservazioni su questa banchisa arretrata la quale ricopre fino a 20 milioni di chilometri quadrati durante l’inverno australe.

CROISIERE EN ANTARCTIQUE / CRUISE TO ANTARCTICA : illustrationMolto più voluminosa del previsto

Gli australiani hanno usato un veicolo sottomarino autonomo sotto i ghiacci delle regioni costiere di Wendell, Bellingshausen e Wilkes. La macchina ha effettuato rilevamenti in 3D grazie ad un sonar, dando così un inizio di risposta ad un fenomeno che intriga i climatologi. Da una trentina d’anni, la banchisa dell’Antartico non cessa infatti di estendersi, al contrario di quanto poteva essere previsto dagli effetti provocati dal riscaldamento climatico. Alcuni pensano che questa estensione sia accompagnata da un restringimento. In realtà non è così, e i ghiacci dell’Antartico sono molto più ingombranti di quanto stimato.

Official page Facebook SEBAL

Annunci