In Giappone gli ascensori forniti di acqua e toilette per i casi di emergenza

Sabrina Carbone per SEBAL45d67c46c1e119d2211e6b367e8181ce

I produttori giapponesi di ascensori prevedono di introdurre l’acqua potabile e delle toilette portatili negli ascensori per gli utenti che avranno la sfortuna di rimanere bloccati, soprattutto in caso di sisma. ”Abbiamo deciso di esaminare queste disposizioni allo scopo di migliorare la sicurezza, la prevenzione dai rischi negli ascensori”, ha indicato questo mercoledì all’AFP, Takeshi Miyata, rappresentante di un’associazione degli industriali legati a questa professione. ”Esistono già prodotti specifici nel commercio e alcune costruzioni ne sono già fornite, ma vedremo in quali condizioni il loro impiego potrà essere generalizzato”, ha precisato Miyata. Diversi modellini di toelette portatili sono stati già concepiti per le situazioni di emergenza e fanno parte ”del kit di sopravvivenza” di cui alcuni giapponesi sono forniti in previsione di terremoti o di altri disastri. Esistono, nello specifico per i senior, ascensori forniti di sedi dove possono essere messe l’acqua e la toilette. Il Giappone conta quasi 700.000 ascensori, di questi più di 150.000 sono solo a Tokio. In occasione dell’ultimo grande sisma che c’è stato a Tokio, sabato scorso, circa 19.000 ascensori sono rimasti bloccati in pieno movimento. Quattordici ascensori sono rimasti bloccati tra due piani, bloccando temporaneamente i passeggeri, ha informato il Ministero dell’edilizia. A partire dal 2009, tutti gli ascensori sono stati dotati di un dispositivo onde evitare che restino incastrati tra due piani. Secondo le simulazioni del Governo che riguardano il ”Big One”, a causa del sisma devastatore che potrà colpire un giorno Tokio, circa 17.000 persone potranno rimanere bloccate all’interno degli ascensori.

Annunci