Cile: il Deserto di Atacama trasformato in un campo di fiori

Traduzione a cura di Dott.ssa Sabrina Carbone per SEBAL company professional translation fonte L’Internaute

10194509-au-chili-le-desert-de-l-atacama-transforme-en-champ-de-fleurs-video

Quando il deserto più secco e più arido del mondo si trasforma in un campo di fiori, le immagini sono spettacolari. Sembra che il fenomeno sia legato alla presenza di ‘El Nino’ e alle inondazioni che hanno avuto luogo nel mese di marzo del corrente anno. Il deserto dell’Atacama è il punto più secco della terra. È considerato ”iper-arido” poiché di solito, questa zona del nord del Cile riceve meno di un centimetro di pioggia l’anno. Il fenomeno climatico ciclico di El Nino, che si verifica ogni 4 o 5 anni, ha causato pioggie abbondanti sul paese nel mese di marzo scorso. Questi violenti acquazzoni hanno trasformato questo posto solitamente desertico in uno splendido campo di fiori mentre la primavera australe cominciava nell’emisfero sud. Le specie osservate a migliaia sono le Nolana Bluebird (nome botanico), dei gigli della cordigliera (añañuca, Rhodophiala rhodolirion), l’artiglio del diavolo e le zampe di guanaco. Questi ultimi sono specie endemiche di questa regione del Cile. El Nino è una corrente marina calda che si muove tra l’Equador e il Perù. Compare due volte ogni dieci anni, e causa importanti cambiamenti climatici. Colpise le zone di precipazione e perturba fortemente alcuni ecosistemi come le scogliere coralline. In media la sua durata è di 18 mesi ma la sua comparsa non è stata ancora spiegata dai climatologi. Molti istituti nel mondo lo osservano per scovare i segreti di questo fenomeno. La Nasa ha anche lanciato un satellite per studiarlo. Questa missione è stata completata nel 2006.

Annunci