Una IV ‘tribù’ ancestrale alle origini degli Europei moderni

Traduzione a cura di Dott.ssa Sabrina Carbone per SEBAL company fonte Science et Avenir

L'un des corps fossilisé du Caucase, en Georgie.
L’un des corps fossilisé du Caucase, en Georgie.

Il DNA degli uomini fossili ha rivelato che anche un gruppo di cacciatori-raccoglitori del Caucaso ha contribuito al patrimonio genetico degli europei moderni. Quindi una quarta ”tribù” di homo sapiens farebbe parte dei nostri antenati.

Spiegazioni.

ANALISI. Le analisi del DNA hanno dimostrato che sette miliardi di esseri umani che vivono oggi sul pianeta discendono dai gruppi Homo Sapiens originari dell’Africa (vedi infografica). Ma come ha tratto origine la popolazione degli europei moderni? In Georgia, nuove analisi genetiche condotte sugli uomini fossili del Caucaso, hanno rivelato che un gruppo ancora ignoto di cacciatori raccoglitori ha contribuito al suo patrimonio genetico. Tutto ciò fa salire a quattro il numero ”delle tribù” o piuttosto di clades umane (gruppi di organismi vivi o estinti discendenti da uno stesso antenato) identificati fino ad ora e che hanno contribuito ”al pool genico” dell’Europa (leggere il numero speciale 183 ”La grande storia dell’umanità”). In realtà, un gruppo internazionale – tra i quali il Trinity College di Dublino, in Irlanda e l’Università di Cambridge in Gran Bretagna ha analizzato le ossa di un uomo del sito di Satsurblia, vecchie di 13.300 anni (al paleolitico superiore, “l’età della pietra”) e di un uomo della grotta di Kotias vecchie 9700 anni, (al mesolitico ”l’età media della pietra”). Queste sono state comparate con il DNA di un uomo preistorico svizzero tipo Cro-Magnon della grotta di Bichon, vecchio – 13.700 anni, appartenente a un gruppo di cacciatori raccoglitori dell’ovest (vedi infografica). I risultati pubblicati sulla rivista Nature Communications hanno fatto luce sulla complessa storia genetica del popolo del vecchio continente.

Cacciatori-raccoglitori, agricoltori e cavalieri delle steppe

”Un gruppo di cacciatori raccoglitori dell’est inizialmente si era distinto geneticamente 45.000 anni fa da un gruppo di cacciatori raccoglitori partiti verso l’ovest e al quale apparteneva il celebre Cro-Magnon di Dordogna”, ha spiegato il genetista Daniel Bradley, del Trinity College. La storia non finisce qui. ”25.000 anni fa, il ramo dei cacciatori-raccoglitori dell’est si era ulteriormente distinto, dando poco a poco alla luce a un gruppo di primi agricoltori e a questo famoso gruppo di cacciatori-raccoglitori del Caucaso di cui abbiamo appena identificato la firma genetica molto omogenea”. A ragion veduta, questi uomini sono rimasti a lungo isolati mentre l’età glaciale raggiungeva il suo picco tra i -25.000 e i -23.000 anni fa. Questi gruppi europei hanno conosciuto fortune e diverse conquiste.

Quatre clades ou "tribus" à l'origine des populations d'européens modernes ont été identifiés par la génétique.
Quatre clades ou “tribus” à l’origine des populations d’européens modernes ont été identifiés par la génétique.

“I cacciatori-raccoglitori dell’ovest”, ovvero ”la tribù numero 1”, la cui firma genetica è stata reperita mediante numerose analisi del DNA condotte in quest’ultimo decennio, si erano stabiliti in Spagna e in Ungheria. I primi agricoltori del neolitico – o tribù numero 2 – avevano colonizzato l’est, e con successo il Mediterraneo, la coltivazione di vegetali e di piante aveva contribuito ai loro successi demografici. Tanto che, un tempo, si pensava che gli europei erano quasi discesi da questi agricoltori neolitici. Quasi 7.500 anni fa, si erano infatti copiosamente allargati, sostituendo anche tutte le popolazioni di cacciatori raccoglitori incontrate al sud. Uno studio irlandese del 2012 e uno studio tedesco del 2013, hanno dimostrato che in compenso, al nord, quasi – 4000 anni fa, avevano mescolato i loro geni a quelli degli ultimi cacciatori raccoglitori dell’ovest.

Nel frattempo, quasi – 5000 anni fa, una terza tribù irrompeva dall’est: gli Yamna, dei cavalieri nomadi venuti dalle steppe e probabilmente discendenti da un’antica stirpe di cacciatori-raccoglitori diretti verso est. Questi uomini dell’antica età del bronzo, oltre probabilmente ad aver diffuso le lingue indoeuropee hanno anche in gran parte contribuito al pool genico degli europei, che si è mescolato a tutte le culture di agricoltori che avevano incontrato localmente cita un vasto studio elaborato nel mese di giugno del 2015 e condotto dall’Università di Göteborg. Ma, c’è qualche cosa, in questo grande mix, del nuovo gruppo ”di cacciatori-raccoglitori del Caucaso” che identifica, ”la tribù numero 4”? ”Questa non era rimasta eternamente a vivere in un’autarchia limitata sulle sue montagne”, ha spiegato David Lordkipanidze, direttore nazionale del Museo nazionale georgiano (leggere il n° 814 di Science et Avenir) e collaboratore dello studio pubblicato in Nature Communication. È sopravvissuta all’età glaciale e si è allargata probabilmente quando le coperture di ghiaccio sono scomparse e ciò aveva permesso una maggiore circolazione degli uomini. Le ultime analisi dimostrano che questi cacciatori-raccoglitori del Caucaso avevano anche legato i loro geni agli europei moderni e avevano soprattutto contribuito a fondare la tribù dei cavalieri Yamna. Non è tutto, il piccolo gruppo del Caucaso ha esportato i suoi geni ancora più a est, in India dove potrebbe ancora avere dei lontani discendenti.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...