In che modo le case prefabbricate riducono l’emissione di carbonio

Traduzione a cura di Dott.ssa Sabrina Carbone per SEBAL company fonte LaVieImmo

aa

L’industria edile emette molti gas a effetto serra. Tuttavia, privilegiando alcuni materiali piuttosto che altri, questo ramo dell’industria potrà considerevolmente ridurre la sua emissione di carbonio. Rispetto a un classico cantiere, l’emissione di carbonio di una costruzione in legno è ripartita in tre e a volte anche di più. Tuttavia le case in legno, molto diffuse in Finlandia, iniziano sempre di più a sedurre i francesi. Secondo i professionisti del settore, solidità, durevolezza, e rapidità di costruzione sono considerati opportuni. Sophie Desmazières è il direttore generale di Woodeum&Cie. Quest’ultima, ha proposto ai suoi clienti, come soluzione, una costruzione che utilizza la tecnica del CLT (cross Laminated Timber). Concretamente, i gruppi della società assemblano in un posto dei pannelli di legno preventivamente prefabbricati. Ogni pannello è un elemento della casa e può raggiungere 16 metri di lunghezza e 3 metri di larghezza. ”I nostri prefabbricati sono molto facili da installare” ha precisato. Così, a costi fissi, un cantiere viene realizzato due volte più rapidamente.

Gestione stabile delle risorse

La società ha fatto del legno la sua materia prima, ma i suoi dirigenti escludono di diventare attori del disboscamento. Così, il legno utilizzato deriva da una foresta gestita in modo efficente. Quando un albero viene tagliato, un altro viene piantato. A giudizio di Sophie Desmazières, le costruzioni in legno sono un vero impegno ecologico e permettono di evitare importanti emissioni di carbonio. ”Quando un albero cresce in una foresta, assorbe il CO2 (diossido di carbonio), ed espelle l’ossigeno. Ma, quando l’albero muore, il carbonio contenuto nel suo tronco si libera di nuovo”. Quindi riutilizzando i tronchi in pannelli di legno prefabbricato, la società impedisce a questo carbonio di liberarsi. “La struttura dell’edificio continua a conservarlo”, ha precisato. Da notare che il marchio Ecolabel arriverà in Francia a metà del prossimo anno, una prima mondiale.

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...