Riportata alla luce la cucina di Shakespeare

Traduzione a cura di Dott.ssa Sabrina Carbone per SEBAL company fonte National Geographic

3beb2270new_place_2000x1500

Sono in fase di recupero i resti della vecchia cucina di New Place, la residenza di Shakespeare fino al suo decesso avvenuto nel 1616

Di Alec Forssmann

Il Centro di archeologia dell’Università di Staffordshire ha recuperato i resti della cucina di Shakespeare a New Place, il suo luogo di residenza a Stratford-upon-Avon dal 1597 fino al suo decesso avvenuto nel 1616. Scavare una cucina del secolo XVII non è generalmente un grande evento, ma scavare la cucina del bardo di Avon, contenente un forno e un frigorifero, è un evento memorabile. E lo è per molte ragioni: perché William Shakespeare è il più grande o uno dei più grandi autori di tutti i tempi e qualsiasi suo oggetto, anche se poco importante, è rilevante; perché il poeta è stato un appassionato di culinaria, di bevande e di altri piaceri più incerti (nel suo giardino sono state ritrovate pipe con resti di cannabis); e anche perché non resta praticamente nulla della sua casa originale. Il reverendo Francis Gastrell l’aveva comprata nel secolo XVIII, e lo stesso non si era accontentato di eliminare il gelso bianco dal giardino, in modo ipotetico piantato da Shakespeare, ma aveva anche demolito l’alloggio per evadere alcune imposte (sembra che era apparentemente esasperato dal continuo flusso di sostenitori di Shakespeare che volevano visitare la casa). La gente aveva risposto a questa offesa rompendo i cristalli di New Place. Gastrell sembra che abbia dovuto abbandonare la città.

Una casa con oltre venti camere e dieci camini

Shakespeare aveva vissuto a New Place per quasi venti anni, gli ultimi anni della sua esistenza, quando era all’apice della sua carriera. Era stata la sua residenza familiare, dove aveva cucinato prodotti alimentari e aveva composto le sue ultime opere, tra queste La tempesta (1610-1611). Comunque non è stato ritrovato solo il forno e il magazzino frigorifero. L’équipe di archeologi ha anche trovato strutture messe in relazione alla elaborazione della birra, alla salatura e alla conservazione degli alimenti, oltre a frammenti di piatti, tazze e di altri utensili da cucina. D’altra parte, la situazione della cucina aiuta a conoscere la dimensione originale di New Place, che a suo tempo era la residenza unifamiliare più grande del settore, con più di venti camere e dieci camini. ”Durante il corso degli scavi è emersa un’immagine molto più dettagliata di Shakespeare. A New Place noi possiamo scorgere uno Shakespeare drammaturgo e un gentiluomo rurale. Il suo incarico principale era quello di scrivere e una casa così impressionante come New Place certamente è stata importante nel ritmo della sua vita di lavoro”, ha spiegato Paul Edmondson, uno dei membri dell’organizzazione Shakespeare Birthplace Trust.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...