Le Start-up entrano nell’economia circolare

Traduzione a cura di Sabrina Carbone per SEBAL company fonte Courrier International

eco-kopelnitsky

Di Alicia Clegg

Le giovani imprese sono particolarmente abili nel concepire alternative al modello economico tradizionale, basato sul trittico ”estrarre-produrre-buttare”. Dopo aver trascorso gran parte della sua vita a fare dei piccoli lavori in casa, Keith Harrison si era ritrovata ad avere un mucchio di barattoli di vernice semivuoti, adatti per il centro di raccolta. ”Non potevo smettere di pensare che potevo farci qualcosa. La pittura aveva un valore intrinseco, e sarebbe stato uno spreco enorme gettarli”, ha raccontato l’ex chimico industriale. Harrison ha lanciato Newlife Paints nel 2009 sulla costa sud dell’Inghilterra. Questa giovane impresa produce pitture ecologiche a partire dai resti di pittura e rientra nel quadro ”dell’economia circolare”. Riparare, riutilizzare o riprodurre. L’economia circolare è molto più del riciclaggio di alta qualità.

Annunci