Yuan contro Dollaro: La Cina avanza una nuova strategia per far fronte alla valuta americana

Traduzione a cura di Dott.ssa Sabrina Carbone per SEBAL company  fonte RT

a00

Lunedì, 14 dicembre, la Banca Popolare della Cina ha annunciato i suoi piani per riformare il tasso di cambio del yuan sul mercato nazionale. Così, le autorità del gigante asiatico hanno deciso di abbandonare la parità yuan/dollaro, sostituendolo con un paniere di 13 valute. Se il paniere di valute di riferimento prima era composto da 11 valute, con la nuova misura sarà composto da 13 valute. Inoltre, sarà diverso il peso di ogni valuta di riferimento nel paniere. Così, il dollaro ridurrà il suo peso e il suo nuovo indice sarà del 26,4%, mentre l’EURO aumenterà fino ad arrivare al 26,4% e lo Yen giapponese rimarrà stabile al 14,7%. Inoltre, il paniere di valute include il dollaro dell’Australia, del Canada, di Hong Kong, della Nuova Zelanda, di Singapore, la libbra sterlina, il franco svizzero, il baht tailandese, il ringgit malese e il rublo russo.

Con questa misura la Cina prova a deviare il focolare di attenzione che fino ad oggi ha monopolizzato le fluttuazioni del yuan per quanto riguarda il dollaro. I raffronti tra le due valute nuocciono seriamente al mercato asiatico, e la situazione potrà peggiorare davanti a un più che possibile incremento dei tassi d’interesse nell’EE.UU., ha informato ‘El Economista’.

Come ha spiegato la Banca della Cina, l’introduzione del nuovo paniere di valute ha lo scopo di tentare ”di cambiare l’atteggiamento del mercato dei cambi verso il cambio del yuan, e ha sottolineato quanto sia importante avere un’ampia visione dell’offerta di valute in rapporto al dollaro”. Allo stesso tempo, non è stato reso noto precisamente quando sarà introdotto il nuovo sistema di calcolo. Gli analisti hanno segnalato che la misura indebolirà il yuan di fronte al dollaro, e che ciò potrà comportare una nuova guerra di valute. Lo scorso, 30 novembre, la direzione del FMI ha annunciato che il yuan sarà il quinto membro del suo paniere di valute dei Diritti Speciali di Prelievo (DSP) e sarà collegato al dollaro americano, allo Yen giapponese, alla libbra sterlina e all’EURO. Questa decisione entrerà in vigore il, 1° ottobre del 2016.

Annunci