Il peso delle scienze matematiche nella nostra vita

Traduzione a cura di Dott.ssa Sabrina Carbone per  SEBAL company fonte En Positivo

a0

Nonostante la sua fama ”di materia piombo” o poco attraente specialmente per coloro che sono più propensi alle materie letterarie, la matematica ha la sua importanza e il suo impiego va oltre le aule. Questa materia non solo serve a spiegare la logica del mondo ma è anche un’opportunità ricorrente e di successo per diverse professioni. Bisogna segnalare che le persone con una formazione in scienze matematiche e in statistica rappresentano il gruppo meno colpito dalla disoccupazione. Infatti per loro il tasso di disoccupazione, nel 2014, in Spagna rimaneva intorno al 5,7% cita un’indagine sulla forza lavoro divulgata dall’INS, (Istatuto Nazionale di Statistica). Quindi insieme ai servizi legati alla sicurezza i matematici sono gli unici a scendere sotto la soglia del 10%. Questa varietà di domini si riflette con i recenti premi Vicent Caselles (di 2.000 EURO ciascuno) rilasciati a sei matematici con un’età inferiore ai 30 anni, e il premio José Luis Rubio di Francia per un progetto di ricerca (di 35.000 EURO) che è stato consegnato dalla Fondazione BBVA e dalla Real Sociedad Matemática Española (RSME). “Credo che molta gente abbia ancora la percezione di quando si studiava la matematica per diventare professore. Ma, nel 2007, uno studio sulle opportunità di lavoro ha rivelato che soltanto un terzo dei matematici sono professori di scuola superiore e docenti universitari. Cioè, due terzi hanno altre occupazioni. Ovviamente, mancano i professori competenti, ma esistono altre possibilità”, ha spiegato Adolfo Quirós, portavoce del RSME e ricercatore dell’Università autonoma di Madrid (UAM).

Il successo di questa carriera risponde in parte al fatto che in questo caso le università spagnole godono di una buona reputazione nella formazione dei matematici ma anche che le imprese esigono più professionisti di questo tipo. Tutto ciò cammina di pari paso con il dare un maggior peso alla valutazione nella nostra società, all’aumento dei dati e ai big data. Nonostante l’importanza che oggi hanno le scienze matematiche e il rispetto per la loro complessità ancora persiste l’idea pratica che fare i calcoli di base sia sufficiente. Nonostante la sua attualità questa disciplina esula in alcuni casi da ciò che è abituale ed è strettamente legata a professioni collegate alla finanza, alle previsioni del tempo, alle ricerche di mercato, al commercio elettronico ecc. Quindi la ricerca è un punto che va a vantaggio dei matematici, e concretamente degli spagnoli, che hanno firmato il 4 o 5% delle ricerche matematiche pubblicate ovunque nel mondo. Un ulteriore atto eroico se consideriamo i tagli apportati a questo settore durante la crisi.

Annunci