Nikola Tesla: Il genio incompreso e padre del mondo moderno

Traduzione a cura di Dott.ssa Sabrina Carbone per SEBAL company fonte Super Curioso

corriente-alterna-tesla

Mentirei se non riconoscessi che questo articolo è leggermente incline a causa di un’ammirazione che nutro per Nikola Tesla. Quando si scrive un articolo su qualcuno come Tesla, è difficile trovare le parole per conferirgli il giusto riconoscimento, un genio che è stato condannato all’esclusione e al boicottaggio pur essendo il padre (letteralmente) del mondo moderno. Tesla è stato uno degli inventori più rivoluzionari di tutti i tempi, ma la storia e le cattive abitudini di alcuni dei suoi ”colleghi” lo hanno depredato di tutti i meriti di cui è all’altezza. Per fortuna, negli ultimi anni, la storia ha voluto restituire al genio ciò che è del genio e poco a poco ha scoperto la verità: Chi era Nikola Tesla? chi sono stati gli impostori che si sono appropriati del suo lavoro? In questo articolo voglio fare una breve introduzione e rendere omaggio a colui che considero uno degli eroi della scienza: Nikola Tesla.

Radiografia di un genio

Nikola Tesla, di origine serba, è nato nel 1856 e da quel momento fino al suo decesso, 86 anni dopo, è stato un GENIO in tutti i sensi e con tutti gli attributi, non solo dal punto di vista morale ma anche come genio. Ma… cosa sarebbe un genio senza il suo estro? Era una persona veramente eccezionale con uno spirito prodigioso, e parlava fluidamente 8 lingue, (Inglese, serbo, ceco, francese, tedesco, ungherese, latino e italiano) ed era capace di memorizzare libri interi per poi esporli senza alcuna difficoltà grazie alla sua potente memoria visiva. Ma non è tutto, Tesla era anche capace di immaginare e di costruire le sue invenzioni nella sua testa, non aveva bisogno di prendere note e neanche di disegnare schizzi, ma gli bastava semplicemente assemblare i componenti nel suo animo e automaticamente riprodurli con le sue mani.

Un altro aspetto curioso che bisogna sottolineare di questo genio è che, anche se era considerato piuttosto attraente dalle donne della sua epoca, non è mai stato con nessuna donna, (né come marito, nè come fidanzato, e tanto meno ha avuto rapporti sessuali). Come ha lui stesso raccontato, questo gli serviva per aiutare altre persone. Questo è un frammento di un’intervista accordata da Tesla nel 1899 che spiega perché ha scelto il celibato: (quote_box_center)

Giornalista: Sei mai stato sposato? Non è noto se hai avuto degli affetti o se sei mai stato innamorato qualche volta di una donna. Alcune fotografie della tua gioventù dimostrano che sei un uomo attraente.

Tesla: No, non lo sono stato…. Le donne ad alcune persone le nutrono di vitalità e rinforzano il loro spirito. Se una persona è celibe può fare la stessa cosa alle altre persone. Ed io ho scelto la seconda opzione (/quote_box_center).

Tesla era inoltre un lavoratore instancabile, gli bastava dormire due ore al giorno e se il lavoro lo richiedeva, era capace di rimanere sveglio anche per 80 ore. Come aveva lui stesso dichiarato, l’emozione di vedere una delle sue creazioni funzionare gli faceva dimenticare tutto il resto, compreso anche il bisogno di dormire.

Tesla: Il padre dell’elettricità

Grazie a Nikola Tesla possiamo usufruire al giorno d’oggi dell’energia elettrica nelle nostre famiglie. È stato lui che ha inventato la corrente alternata (la corrente non si inventa, ma è stato lui che ha creato i meccanismi che hanno reso propizio il suo utilizzo, produzione e distribuzione). Ciò nonostante esistono ancora molte persone che pensano che il precursore di questa seconda rivoluzione industriale resa propizia dalla corrente elettrica sia stato Thomas Edison. Perché? Perchè Edison si è approfittato di Tesla (e di altri inventori) e ha sempre cercato di screditarlo per dissimulare la sua inferiorità creativa.

Ma la storia di Tesla e di Edison ha la sua rilevanza. Quando Tesla era emigrato negli Stati Uniti lo aveva fatto per poter lavorare con Edison, che all’epoca era già celebre per aver brevettato la lampadina, il grammofono e l’altoparlante. Quando si era presentato davanti a Edison gli aveva consegnato una lettera di raccomandazione, nella quale si legge: ”Conosco due grandi uomini e lui è uno di loro, l’altro è il messaggero di questa lettera”. Edison aveva accettato che Tesla lavorasse per lui ma non ha mai avuto un’alta considerazione dello stesso. Il lavoro di Tesla nella corrente alternata appannava il lavoro di Edison nella corrente continua. Lo scopo di entrambi era quello di portare l’energia e la luce in tutte le case degli Stati Uniti, ma il sistema di Tesla era molto più competitivo: Era capace di trasportare l’energia a una maggiore distanza, aveva bisogno di cavi molto più fini e inoltre sopportava le grandi tensioni. Nella ”guerra nota come delle correnti (elettriche)” Edison non aveva mancato di fulminare animali come cani o cavalli alla presenza della stampa per dimostrare quanto era pericolosa la tecnologia di Tesla. Tra l’altro, con tutti questi sforzi, e a rigore di logica, il sistema di Tesla aveva superato questa ”concorrenza”. Il problema è che Tesla non ottenne mai il merito per questo lavoro.

Altre invenzioni che non sappiamo ma che sono di Tesla

Se ti chiedessero adesso chi è stato l’inventore della radio, risponderesti certamente che è stato Marconi. Ma la verità non è così, il vero inventore è stato Tesla. Quest’ultimo, era riuscito nel 1893 a trasmettere l’energia elettromagnetica senza utilizzare cavi, cosa che ha supposto la prima trasmissione radiofonica della storia. Marconi 2 anni dopo si era aggiudicato la sua prima trasmissione radiofonica e in seguito era andato all’ufficio brevetti per registrarla come una sua invenzione. L’ufficio brevetti gli aveva negato questa registrazione poiché considerava che era una copia di ciò che aveva conseguito in precedenza Tesla. Da quel momento era iniziata una dura battaglia legale tra entrambi che fu risolta solo nel 1943, quando la Corte suprema degli Stati Uniti aveva dato ragione a Tesla. Ma nonostante ciò, il successo andò a favore di Marconi. Ma se pensi che per Tesla era sufficiente la radio e la corrente alternata ti sbagli. Queste sono solo alcune di altre sue invenzioni:

– Lampada fluorescente
– Origine del radar
– Raggi X
– La candela dei motori a scoppio
– Il controllo remoto
– La bobina di Tesla
– La centrale idroelettrica
(Questi sono soltanto alcuni esempi poiché la sua ricerca si è estesa in molti altri ambiti). Nonostante questo iter brillante, Tesla, non ha mai ottenuto il premio Nobel (Marconi lo ha conseguito). E’ curioso che l’IEEE abbia accordato a Tesla, la medaglia Edison IEEE (un premio prestigioso e ambito dalla tecnologia e dalla scienza). Mi chiedo cosa penserebbe Tesla di tutto ciò.

Il lato oscuro della leggenda Tesla

Come abbiamo visto leggendo l’articolo non c’è una discussione plausibile che afferma che Tesla era un prodigio dell’invenzione. Forse è per questo o per mancanza di occasioni, che si è creata intorno a Tesla una leggenda poco nitida nella quale è difficile distinguere dov’è la linea che separa il mito dalla realtà. Per esempio, Tesla aveva affermato che aveva costruito una macchina capace di creare potenti sismi. Questa macchina conosciuta come l’oscillatore di Tesla, secondo le parole del genio, sarebbe stata capace di far tremare molti edifici vicini al suo laboratorio a New York e ciò aveva messo in allarme anche la polizia. La cosa più curiosa di questo fatto è che l’oscillatore misurava soltanto quasi 20 cm, abbastanza piccolo per portarlo in uno zaino. Secondo Tesla, l’oscillatore aveva perso il controllo e aveva dovuto distruggerlo a colpi di martello per fermarlo.

Ma la macchina che poteva causare sismi non è la sola arma sviluppata da Tesla, o almeno questo dice il mito. Nikola aveva proposto al Governo degli Stati Uniti un progetto chiamato il raggio della morte. Il mito diceva che era un’arma distruttiva di grande potenza, ma secondo le parole di Tesla c’era stato un errore di interpretazione per quanto riguarda il nome ”death beam“ che non faceva riferimento al suo potere distruttivo ma alle caratteristiche del flusso (beam) energetico prodotto. Un altro aspetto molto curioso della vita di Tesla è che aveva affermato che aveva contattato un extraterrestre attraverso una delle sue invenzioni e in modo fortuito. Come aveva affermato Tesla, il ricevitore aveva iniziato a ricevere segnali non naturali che erano prodotti in modo periodico e ordinato. Sarà vero che gli extraterrestri hanno stabilito un contatto con Tesla? Beh! in questo caso Tesla sarebbe stato quindi capace di risolvere il mistero se siamo soli nell’universo.

Conclusioni

Pur trascurando il mito, Nikola Tesla è stato un inventore che ancora oggi suscita speranza e curiosità. Se volete conoscere l’affascinante storia di un altro visionario come Tesla, non potete perdervi l’articolo Elon Musk: I’IronMan pronto a cambiare il futuro . Per concludere vi lascio con una frase associata a Tesla che dimostra una piccola parte del suo carattere: ” In realtà non mi preoccupa chi vuole rubare le mie idee, mi preoccupano coloro che non le hanno”.

Annunci