Questo agghiacciante sottomarino andrà alla ricerca dell’oro

Traduzione a cura di Dott.ssa Sabrina Carbone per SEBAL company fonte OUEST FRANCE

a00

Il fondo degli oceani è una miniera d’oro per l’industria. E Nautilus Minerals lo ha ben capito. Questa impresa canadese sta mettendo a punto i primi robot minerari subacquei per raccogliere l’oro, l’argento e il rame. Attualmente in fase di prova, dovranno esplorare i fondali marini a partire dal 2018.

E se la nuova corsa all’oro si giocasse in fondo ai mari? Dove i prospettori saranno sostituiti dai robot? Non è fantascienza…

a01

Queste macchine sono in fase di costruzione presso la Soil Machine Dynamics, un produttore di sommergibili robotizzati con sede nel Regno Unito. Ed è la società mineraria Nautilus Minerals che controlla il progetto da Toronto, in Canada. Questi tipi di terne subacquee hanno il compito di esplorare la crosta terrestre e oceanica allo scopo di cercare i metalli preziosi come l’oro, l’argento o anche il rame. Nautilus Minerals ha pensato a tre tipi di robot controllati a distanza: uno polverizzerà le pareti rocciose, l’altro rimuoverà le macerie, mentre l’ultimo perforerà il suolo oceanico nel suo cuore per estrarre i minerali metalliferi.

Prima prova nel 2016

Estremamente robusti, questi robot minerari sono concepiti per scendere fino a 1.600 metri sotto il livello del mare. Saranno testati nel corso del 2016 e, se tutto andrà come previsto, spianeranno la strada verso i metalli preziosi sotto l’acqua entro il 2018 per una missione di circa 30 mesi. Lo sfruttamento delle miniere avrà luogo nel mare di Bismarck, al largo dell’isola della Nuova Guinea. Per utilizzare questi mostri marini, Nautilus Minerals ha ordinato un gigantesco convoglio di barche in Cina. In occasione della prima esplorazione, la ditta canadese spera di raccogliere 2,5 milioni di tonnellate di minerali metalliferi che contengono metalli preziosi per un valore di 1,5 miliardi di dollari, cioè circa 1,3 miliardi di euro.

a02

L’industria mineraria spera di estrarre l’oro dai fondali marini (Foto: Nautilus Minerals)

a03

Questo robot avrà il compito di rimuovere le macerie (Foto: Nautilus Minerals)

a04

Con il suo allettante serbatoio, questo robot farà la perforazione della crosta oceanica. (Foto: Nautilus Minerals)

a05

I robot sono tutti dotati di pinze giganti controllate a distanza per far presa sulle rocce che contengono i metalli preziosi. (Foto: Nautilus Minerals)

Annunci