Il secondo lago più grande della Bolivia non c’è più

Traduzione a cura di Dott.ssa Sabrina Carbone per SEBAL company fonte L’EXPRESS

lac-poopo-en-bolivie_5495354

Il lago Poopó negli ultimi anni si è completamente prosciugato. Migliaia di animali sono morti in questa catastrofe ecologica che ha forzato gli abitanti della regione a emigrare. Era il secondo lago più grande della Bolivia, e non resta quasi nulla. Il lago Poopó si è completamente asciugato e offre oggi un panorama di desolazione. Il disastro ecologico innescato molti anni fa, è aumentato in questi ultimi due mesi, ha sottolineato il sito Actulatino.

”Non c’è nulla, neanche un segnale di vita”

”Abbiamo un lago prosciugato. Oggi, è una pampa, un deserto dove non si può seminare nulla, e neanche produrre. Non c’è nulla, neanche un segnale di vita”, ha confidato un abitante rurale della zona all’agenzia di stampa EFE. Le barche dei marinai sono ferme sul lago, situato nella regione dell’Oruro, nella zona sud di Paz, la capitale del paese. Il prosciugamento ha causato la scomparsa di 200 specie di uccelli, di mammiferi, e di pesci. Tre specie di fenicotteri rosa in via di estinzione hanno dovuto migrare, continua Actulatino. Il Vice ministro della Difesa civile ha accordato 8 tonnellate di aiuti umanitari a 739 famiglie colpite dalla siccità.

Annunci