Adozione internazionale

Traduzione a cura di Dott.ssa Sabrina Carbone per SEBAL company di Sabrina Carbone fonte CBLingua

adopcion-internacional

Davanti ai lunghi tempi d’attesa e ai passi difficili che bisogna intraprendere per l’adozione nel territorio nazionale, molte coppie optano per l’adozione internazionale. CBLingua è soprattutto impegnata nei progetti relativi alle adozioni. Le famiglie adottive devono ottenere una grande quantità di informazioni sui paesi dove l’adozione è più celere, più sicura o più facile per decidere in quale paese l’adozione è più favorevole, per loro la migliore soluzione è quella di rivolgersi ad alcuni organismi competenti della Comunità Autonoma per l’adozione (servizi per la protezione dei minori, dipartimenti di previdenza sociale ecc.)

Come avviare l’adozione internazionale?

Inizialmente, sarà aperta una cartella per l’adozione internazionale poiché bisognerà consegnare la seguente documentazione:

  • Domanda
  • Certificato di nascita e di matrimonio dei genitori, se del caso.
  • Certificato di idoneità emesso dalla Comunità Autonoma nel quale i psicologi e gli operatori sociali valuteranno la capacità della famiglia adottiva per la piena custodia del bambino. Per ottenerlo, occorre assistere a un programma di preparazione per l’adozione dove si ambisce a indicare le necessità dei bambini. Il periodo di validità è di 3 anni

Bisogna legalizzare la documentazione?

Sì, tutti i documenti dovranno essere legalizzati o essere asseverati a seconda se il paese dell’adottato è o no firmatario della convenzione dell’Aia. La legalizzazione deve essere quella tradizionale (timbro del rilascio del documento, timbro del Ministero degli Affari esteri del paese di origine, timbro dell’ambasciata spagnola nel paese di origine e timbro del reparto di legalizzazione del MAE), normalmente non sono ammessi le legalizzazioni consolari.

Una volta legalizzata la documentazione, si procederà alla traduzione giurata di tutti i documenti purché si tratti di un paese la cui lingua non è lo spagnolo. Questa traduzione dovrà essere effettuata da un traduttore giurato nominato dal Ministero spagnolo degli Affari esteri e della cooperazione. Raccomandiamo calorosamente di accertarsi che il traduttore mostri tale nomina, in caso contrario la cartella mancherà di validità e in caso di errore bisognerà ripetere tutto il processo.

Chi gestisce l’adozione internazionale?

L’adozione internazionale può essere gestita dalle amministrazioni pubbliche o dalle ECAI (Entità Collaboratrici in Adozione Internazionale). Cerca di informarti sulle condizioni di ogni paese poiché alcuni non ammettono le due opzioni. Loro saranno le persone incaricate a inviare la cartella all’estero per il suo inoltro.

Dopo la consegna della cartella, quanto tempo bisognerà aspettare?

Questa è una domanda frequente e non ha una risposta concreta poiché dipende dal paese dove si desidera effettuare l’adozione. In alcuni paesi è più semplice ma sono più lenti, in altri sono più solleciti, ecc. In numerose occasioni sono le relazioni internazionali e il flusso di adozioni che segnano il periodo di attesa per la proposta di adozione.

Annunci