Il mondo è inondato dai debiti: la colpa è delle imprese e dei governi

Traduzione a cura di Dott.ssa Sabrina Carbone per SEBAL company di Sabrina Carbone fonte El Economista

deuda-mundo-foto

Nel corso degli ultimi anni, il mondo si è indebitato a un ritmo maggiore di quello della crescita del PIL. Quindi l’indebitamento non solo è cresciuto in termini assoluti, ma l’incremento c’è stato anche nel rapporto debito/PIL, un buon indicatore per conoscere le capacità di questi agenti per stornare i passivi. In un’ampia relazione pubblicata dall’agenzia di rating Standard&Poor’s questo debito viene esaminato per regioni, paesi e settori dell’economia. I calcoli effettuati condannano che il rapporto debito/PIL dell’intera economia (senza contare gli organi finanziari) è cresciuto in media ogni anno di 1,7 punti in percentuale a partire dal 2009 fino a raggiungere oggi il 235% sul PIL. Cioè, l’indebitamento del mondo intero è due volte maggiore del Prodotto Interno Lordo mondiale. Da quando è esplosa la crisi finanziaria, l’indebitamento è cresciuto in media ogni anno di 3,2 punti in percentuale in Asia e di 3,6 punti in percentuale in America latina. In Europa l’aumento è stato di 0,2 punti in percentuale e in America settentrionale di 0,5. Sui mercati sviluppati (l’Europa e l’America settentrionale), c’è stata una diminuzione relativa del debito nel settore privato (famiglie e imprese) tuttavia, questo sforzo è stato fulminato, da un forte aumento del debito pubblico.

deuda-sobre-pib-mundo
L’opposto è avvenuto nei paesi in via di sviluppo, dove le imprese hanno visto crescere il loro debito mentre nel settore pubblico è stato ridotto in modo relativo (rispetto al PIL). Inoltre è certo che la rapida crescita del PIL in questi paesi ha aiutato i governi a rafforzare le entrate fiscali e ad approfittare dell’aumento del denominatore (PIL). La relazione sottolinea che i paesi del mondo che hanno contratto più debiti, sono in primo luogo il Giappone con un indebitamento del 387% sul PIL; in secondo luogo il Portogallo con il 341%; e in terzo luogo l’Olanda con il 314% sul PIL. Anche la Spagna compare tra i paesi più indebitati del mondo con il 284% sul PIL. Il settore pubblico ha accumulato 100 punti in percentuale, le imprese il 106% e le famiglie un pò più del 70%. È curioso notare nel grafico della Spagna che il debito è cresciuto intensamente nel settore pubblico mentre è diminuito quello delle imprese e delle famiglie.

deuda-total-espana

Annunci