Occhiali predisposti contro l’occhio pigro

Traduzione a cura di Dott.ssa Sabrina Carbone per SEBAL company di Sabrina Carbone fonte SCIENCE ET AVENIR

14795928

Negli Stati Uniti, gli occhiali elettronici sostituiscono le classiche bende oculari utilizzate per trattare l’ambliopia dei bambini, cosiddetta malattia dell’occhio pigro. Science et Avenir ha dedicato il suo dossier del numero 828, del mese di febbraio 2016, al tema ”vista: innovazioni a piena vista”. Per ulteriori informazioni, leggere il riquadro in fondo alla pagina.

RIABILITAZIONE. Presentati all’annuale congresso americano di oftalmologia a Las Vegas (Stati Uniti), gli occhiali Amblyz, prodotti dalla società Xpand, sono stati provati dai ricercatori dello Glick Eye Institute dell’università dell’Indiana (Stati Uniti). Servono alla riabilitazione visiva di quasi trenta bambini, tutti colpiti da ambliopia. Questo disturbo visivo congenito, cosiddetto malattia dell’occhio pigro, è frequente e riguarda il 3% della popolazione in Francia dove vengono registrati ogni anno circa 25 000 neonati affetti. L’obiettivo terapeutico di questi occhiali è quello di bloccare la vista dell’occhio ”soprattutto” per spingere il cervello a fare lavorare l’altro (occhio). Per fare questo, è infatti consuetudine proporre l’occlusione dell’occhio forte portando un patch (benda) detto occlusivo, spesso maldestro e poco estetico che fa somigliare i bambini a dei pirati! Con questi occhiali elettronici, il disagio e il pregiudizio estetico saranno meno importanti, un dispositivo programmabile che permette di rendere una delle lenti opache. Queste lenti possono, inoltre, essere adattate a una correzione in caso di miopia associata per esempio. Per comparare l’efficacia degli occhiali digitali alle oculari, gli scienziati hanno preso a campione 33 bambini di età compresa tra i 3 e gli 8 anni divisi in due gruppi. Il primo portava la benda tradizionale due ore al giorno, e l’altro gli occhiali elettronici quattro ore al giorno. Risultato: Gli stessi miglioramenti dell’ambliopia nei due gruppi! Non disponibili per il momento in Francia, questi occhiali hanno ricevuto l’approvazione dell’americana Food and Drug Administration (FDA) e sono stati commercializzati negli Stati Uniti al prezzo di circa 450 €.

L’occhio pigro

L’ambliopia è un disturbo visivo che si traduce con una visione debole e sfocata. Non è un’anomalia dell’occhio ma un disturbo di trasmissione delle informazioni a livello della corteccia visiva: la parte del cervello che elabora l’informazione che proviene da un occhio non funziona in modo ottimale. Alla fine, tutto avviene come se il cervello ricevesse soltanto una sola immagine, non abbastanza chiara, e la visione in rilievo è di conseguenza meno buona, con contrasti mal percepiti. Individuare subito l’ambliopia nei bambini permette un trattamento più efficace.

Annunci