Scoperte quattro tombe della cultura Naqada

Traduzione a cura di Dott.ssa Sabrina Carbone per SEBAL company di Sabrina Carbone fonte National Geographic

a00

Tre di loro sono ”in pessimo stato di conservazione”. La più sontuosa contiene i resti di un defunto e una serie di recipienti associati al consumo della birra. La spedizione polacca archeologica che scava a Tell el-Farkha, nella zona del delta del Nilo, ha scoperto quattro tombe della cultura gerziana, dell’epoca egiziana predinastica, che risale a più di 5.000 anni fa, ha reso noto il Ministero dei Beni culturali di questo paese. Tre di loro sono tombe infantili il cui ”stato di conservazione è pessimo”. La tomba più sontuosa del periodo Naqada III, l’ultimo tra tutti, cioè, quando è finita la cultura gerziana, è tipo mastaba (*), anche se di piccola dimensione. Sotto la costruzione rettangolare sono nascoste due camere funerarie che contengono i resti di numerosi oggetti dei defunti: 42 recipienti di ceramica, soprattutto boccali da birra; e, sopra questi ultimi, molti vasi, 26 recipienti di pietra di varie forme, e 180 perle di corniola. Mahmoud Afifi, del Ministero dei Beni culturali, ha affermato che la scoperta più interessante corrisponde a una vecchia birreria, con i resti di due taniche per depositare i liquidi e, intorno a loro, resti di argilla e due alari bruciati, che sono i supporti utilizzati per riscaldare sul fuoco.

(*) Mastaba voce di riferimento Wikipedia

Annunci